Abbadia: proseguono, ancora senza esito, le ricerche della piccola Fatou

Per il quinto giorno i soccorritori sono entrati in acqua

La zona a lago, transennata e chiusa al pubblico BOLOTTA/LECCOTODAY

Proseguono, purtroppo senza esito, le ricerche della piccola Fatou. Inghiottita dalla zona a lago davanti al parco Ulisse Guzzi di Abbadia Lariana lo scorso 28 agosto, la piccola di soli undici anni è dispersa: i sommozzatori dei Vigili del Fuoco hanno scandagliato l'acqua per quattro giorni consecutivi nonostante la violenta ondata di maltempo del fine settimana, allargando anche il raggio d'azione vista la presenza delle forti correnti lacustri. Durante le operazioni è stato usato anche un robot subacqueo.

La giovanissima gambiana, residente nel Monzese è stata trascinata via dall'acqua mentre si trovava in compagnia della madre, scampata alla tragedia grazie alle altre persone presenti sulla spiaggia lecchese. Purtroppo, l'ennesimo avvenimento negativo di una stagione estiva davvero nefasta, all'interno della quale si sono verificati vari decessi nel ramo lecchese del Lario.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lombardia torna zona arancione da lunedì 11 gennaio: cosa si può fare e cosa no, i divieti

  • Castello, dopo mezzo secolo chiude lo storico negozio di alimentari di Rino e Grazia

  • Doppia tragedia sui monti che circondano il Lecchese: morti due uomini a Brumano e sul San Primo

  • Rintracciati i due minori che si erano allontanati dalle proprie case di Verderio e Paderno

  • Calolzio: scoperta società legata alla malavita, il Prefetto De Rosa la chiude

  • Cadavere nell'Adda: si tratterebbe della donna scomparsa due giorni fa

Torna su
LeccoToday è in caricamento