rotate-mobile
Cronaca Colico

Sequestro di rifiuti illegali a Colico, la precisazione della Menghi Rottami Srl

La lettera dei legali dell'azienda lecchese

In merito all'articolo su testata intitolato "Gestite 2.700 tonnellate di rifiuti illegali: chiuso l'impianto di Colico, scattano cinque arresti" datato 24.05.2021, la ditta Menghi precisa che: 

  1. innanzitutto, si premette che la misura cautelare degli arresti domiciliari è stata disposta solo in relazione ai delitti di cui agli artt. 11O c.p., 81 cpv, 452 quaterdecies c.p. e 256 comma 1 D.Lvo 152/2006 (cd. traffico illecito di rifiuti);
  2. l'indagine del P.M., da cui è scaturita la richiesta di applicazione delle misure cautelari, non ha e non ha mai avuto ad oggetto delitti connessi alla criminalità organizzata;
  3. del resto, le indagini sono di competenza distrettuale della DDA solo in ragione del tipo di reato ipotizzato dal P.M. (452, quaterdecies c.p.) e non certo perché risultano sospetti di connessione con contesti associativi o strutture criminali;
  4. non corrisponde al vero che l'esecuzione delle cinque ordinanze di custodia cautelare sia avvenuta attraverso uno spiegamento di circa 100 uomini. Infatti, le ordinanze medesime sono state semplicemente notificate a ciascuno dei miei clienti presso le rispettive abitazioni;
  5. le Forze dell'Ordine non hanno mai sequestrato l'azienda (di cui appare l'insegna in una delle foto a corredo dell'articolo), né apposto alcun sigillo al cancello di ingresso della stessa (come invece indicato nel titolo dell'articolo e come una parte del video, del tutto illegittimamente, rappresenta).

Cancello che, tra l'altro, non è affatto quello che appare nel video a corredo dell'articolo. Trattasi, infatti, di un cancello di un'altra azienda che - come risulta da documenti a mie mani - è stata posta sotto sequestro nel corso di un procedimento penale totalmente differente da quello che vede coinvolti i miei patrocinati.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestro di rifiuti illegali a Colico, la precisazione della Menghi Rottami Srl

LeccoToday è in caricamento