Cronaca

Ripristinata la terapia intensiva neonatale del Manzoni

Dopo la chiusura del reparto a causa della diffusione di un germe particolarmente aggressivo, è stata riaperta giovedì 5 giugno la terapia intensiva e subintensiva neonatale dell'ospedale Manzoni

Riaperta la terapia intensiva e subintensiva neonatale dell'ospedale Manzoni

È stata pienamente ripristinata, nella giornata di giovedì 5 giugno, l’attività di accettazione dei ricoveri presso la terapia intensiva e sub intensiva neonatale dell’ospedale di Lecco.

È stata, infatti, definitivamente circoscritta e arginata la circolazione e la diffusione di un germe, particolarmente aggressivo e resistente agli antibiotici, che aveva portato l’ospedale, il 23 maggio scorso, a chiudere, precauzionalmente e temporaneamente, l’accettazione di nuovi degenti.

Il germe era stato accertato in alcuni piccoli ospiti prematuri della struttura del Manzoni, senza tuttavia comportare in loro l’insorgenza di infezioni.
Dopo quasi 15 giorni di vigilanza attiva sui piccoli pazienti, di interventi clinici e assistenziali necessari, e dopo aver adottato tutte le misure più rigorose di sanificazione generale, la ripresa dunque dell’accettazione delle degenze.

Vale la pena segnalare che in questo periodo tutti gli operatori sanitari della rete neonatale degli ospedali di Lecco, Como, Monza e Bergamo hanno significativamente collaborato tra loro per garantire il funzionamento della Rete e soprattutto la massima cura e assistenza ai bambini prematuri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ripristinata la terapia intensiva neonatale del Manzoni

LeccoToday è in caricamento