menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Per riqualificare le palestre lecchesi interviene la Regione

Dalla regione arrivano poco meno di 250 mila euro di fondi per la riqualificazione delle palestre della provincia di Lecco

36.000,00 € per interventi di riqualificazione della palestra dell'istituto di istruzione superiore Bachelet in Oggiono; 49.975,00 € per interventi di riqualificazione della palestra dell'istituto di istruzione superiore Parini in Lecco; 21.500,00 € per intervento di riqualificazione della  palestra dell'istituto di istruzione superiore Agnesi di Merate.

E ancora: 50.000,00 € al comune di Costa Masnaga per interventi di adeguamento normativo alla palestra della scuola primaria 'Aldo Moro'; 50.000,00 € al comune di Civate per la riqualificazione della palestra scolastica di uso pubblico di via Longoni e 40.000,00 € al comune di Ballabio per intervento di riqualificazione palestra scolastica comunale esistente di uso pubblico presso edificio scuola primaria comunale.

Non stiamo dando i numeri, queste sono le cifre dei fondi stanziati dalla Regione Lombardia per la riqualificazione delle palestre della provincia di Lecco per dare un concreto aiuto agli enti che da tempo si trovano sotto la morsa del patto di stabilità.

"Pioggia di fondi in arrivo per riqualificare le palestre delle scuole lombarde". Lo ha detto anche l'assessore regionale allo Sport e Politiche per i giovani Antonio Rossi al termine dell'iter, che assegna 3,5 milioni di euro a 86 enti della nostra regione di cui sei nella provincia di Lecco.

"I fondi stanziati - ha detto l'assessore Rossi - sono la risposta concreta di Regione Lombardia alle esigenze delle scuole lombarde. Grazie a questo importante contributo potremmo rendere accessibili le palestre al pubblico in orario extra-scolastico e consentire anche la riqualificazione degli impianti sportivi, migliorarne la fruibilità, l'attrattività e il pieno utilizzo da parte di tutti".
Grazie a questi fondi – ha ricordato l'assessore regionale - potranno essere finanziati: realizzazione ingressi diretti dall'esterno alle strutture sportive scolastiche; opere di riqualificazione, ristrutturazione, ammodernamento, ampliamento e completamento, senza escludere l'adeguamento tecnologico, il contenimento dei consumi energetici e l'abbattimento delle barriere architettoniche. Il provvedimento, rivolto a comuni e province quali proprietari delle palestre, prevede un contributo a fondo perduto pari all'80 per cento della spesa ritenuta ammissibile per i Comuni non montani fino a 3.000 abitanti e per quelli montani fino a 5.000, mentre è del 50 per cento per tutti gli altri soggetti.

"Sappiamo quanto comuni e province siano strangolati dai vincoli imposti dal patto di stabilità, che spesso non permettono loro investimenti – ha commentato Antonio Rossi - e crediamo che l'azione di Regione Lombardia abbia dato una risposta concreta, confermando la volontà di schierarsi al loro fianco. Un provvedimento anti-crisi, con modalità differenti dal recente passato, poiché da qualche anno l'assessorato allo Sport non proponeva un bando con finanziamenti a fondo perduto a favore degli enti pubblici proprietari degli stabili". "La nostra iniziativa - ha concluso - è stata molto apprezzata dal territorio, visto l'alto numero di domande pervenute già il primo giorno, dimostra la nostra grande attenzione al mondo dello sport e alle strutture della nostra regione, ma segnala la necessità di ulteriori interventi sull'impiantistica sportiva lombarda, che, a breve, intendiamo intraprendere".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cosa si può fare in zona arancione: le nuove regole spiegate

Attualità

Al via in Lombardia treni solo per passeggeri "Covid tested"

social

"Lol chi ride è fuori": il programma è già diventato un tormentone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento