rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca Robbiate

Robbiate ribadisce la lotta al maltrattamento degli animali

L'amministrazione ribadisce i doveri dei possessori di animali d'affezione: dall'uso obbligatorio del guinazglio al divieto di utilizzare animali per accattonaggio

Attraverso un'ordinanza, l'amministrazione comunale di Robbiate sottolinea ancora una volta i doveri di chi porta a spasso i cani (o altri amici a 4 zampe): guinzaglio, sacchettini per le deiezioni, museruola dove prevista, microchip. Tutto quello che la legge prevede per i possessori di animali d'affezione. Così come prescrive il divieto di abbandono e la necessità di mantenere i propri animali in luoghi che siano non solo spaziosi, ma anche puliti, la garanzia di avere sempre acqua e cibo a sufficienza, il divieto di mettere in palio animali vivi durante le competizioni, o il loro utilizzo in spettacoli che comportino il loro maltrattamento o ledano la loro natura e dignità. Viene altresì ribadito il divieto di fare uso di animali per l'accattonaggio.

L'ordinanza è un adeguamento alle più recenti norme in materia e verrà pubblicizzata in paese per sensibilizzare maggiormente i cittadini.

A Robbiate è attiva anche un'apposita convenzione con l'Enpa per la tutela dei felini sul territorio, ma non è tutto, è in discussione la decisione di aprire anche ai fedeli amici a 4 zampe il parco di Villa Concordia

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Robbiate ribadisce la lotta al maltrattamento degli animali

LeccoToday è in caricamento