Cronaca

Da Osnago a Sanremo: Francesco Mandelli sul palco del Festival con il collega Biggio

I due, conosciuti anche come I Soliti Idioti, sono in gara con il brano "Vita d'inferno"

Francesco Mandelli e Fabrizio Biggio nel backstage del teatro Ariston, mercoledì 11 febbraio

Hanno calcato per la prima volta il palco di Sanremo come cantanti, l'osnaghese Francesco Mandelli e il collega fiorentino Fabrizio Biggio, conosciuti al grande pubblico come I Soliti Idioti.

Il duo, che partecipa al festival nella sezione "Campioni", ha portato in gara il brano "Vita d'inferno",  una marcetta dal testo ironico sulle fatiche della vita quotidiana, che vede anche la partecipazione del noto cantautore e trombettista Roy Paci, nelle inedite vesti di direttore dell'orchestra dell'Ariston.

Durante l'esibizione di mercoledì 11 febbraio, sul finire del brano, i due si sono anche lasciati scappare una parolaccia che, nonostante fosse presente nel testo della canzone, avrebbero dovuto "censurare" con delle trombette apposite: nella foga dell'esibizione, però, lo stratagemma non ha funzionato a dovere, e il termine si è chiaramente sentito. L'episodio ha spezzato per un momento l'atmosfera sobria del Festival più famoso del Paese.

Francesco Mandelli, nato a Erba (Co) e crsciuto a Osnago, è attore, sceneggiatore, cantante e conduttore tv e radiofonico. Ha debuttato nel 1998, a 19 anni, su Mtv, col soprannome di Nongiovane. Negli ultimi anni ha raggiunto il grande pubblico, assieme a Fabrizio Biggio, con gli sketch comici dei Soliti Idioti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Osnago a Sanremo: Francesco Mandelli sul palco del Festival con il collega Biggio

LeccoToday è in caricamento