Cronaca

Sassi contro i treni: colpito macchinista sulla Lecco-Milano

Tre episodi in pochi giorni tra Greco Pirelli e Sesto San Giovanni. Scoppia la psicosi tra i pendolari e tra gli stessi addetti ai lavori

Un allarme senza fine. La questione sicurezza sui treni regionali diventa sempre più grave. In pochi giorni sono stati tre gli episodi di sassaiole contro i convogli, fra le stazioni di Greco Pirelli e Sesto San Giovanni.

Dopo il treno per Como preso a sassate venerdì - agguato che ha distrutto una porta e terrorizzato i pendolari - altri due convogli sono stati oggetto di lancio di pietre nel pomeriggio di sabato, nel tratto tra Greco e Sesto. Un sasso ha ferito un macchinista di trent'anni, colpito e trasportato all'ospedale Niguarda di Milano, fortunatamente senza conseguenze.

Il ferroviere è stato costretto a fermare il convoglio, il Milano-Lecco delle 16.52, per attendere l'arrivo di un collega che lo sostituisse. Un paio d'ore più tardi, un secondo episodio con un altro treno fatto oggetto di lanci, per fortuna senza danni a persone. I fatti di cronaca hanno comunque causato ritardi alla già sofferente circolazione ferroviaria.

Tentano di dare fuoco al treno

Non fossero sufficienti le sassaiole, bisogna annotare tristemente i continui vandalismi di cui i treni vengono fatti bersaglio, non ultimo il tentativo di appiccare un incendio, sabato scorso, sempre sulla Milano-Tirano.

Tra gli stessi dipendenti di Trenord serpeggia ora grande preoccupazione, così come tra i pendolari. Non bastavano i soliti disagi, ora si è aggiunta la psicosi da "agguato". Sugli episodi indagano le forze dell'ordine.

La notizia su Milano Today

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sassi contro i treni: colpito macchinista sulla Lecco-Milano

LeccoToday è in caricamento