rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Lo sfogo / Centro storico

Schiamazzi in centro: “Mio papà, malato di tumore, non può dormire fino alle 4”

La denuncia di Alice: “Le forze dell'ordine non intervengono, non esiste un regolamento?”

Si torna a parlare degli schiamazzi in centro Lecco. L'ultima denuncia, in ordine temporale, è quella di Alice, che risiede in centro e ha affidato le proprie parole a un lungo post ‘affisso’ sulla bacheca del gruppo Facebook ‘Sei di Lecco Se...’, che conta su quasi 24mila iscritti: “Aiutateci per favore, non so cosa devo fare - si legge -. Da quasi 8 mesi di notte non possiamo dormire in centro Lecco”. La situazione è delicata: “Ho un padre anziano che ha un tumore e sta passando un periodo difficile, tra dolori e terapia; l’unico momento in cui non sente dolore è quello della, notte quando dorme con le medicine, ma ormai in questi mesi non riesce più a fare nemmeno quello per i casini che fanno in questa via fino alle 4 di mattina”.

“Non esiste un regolamento?”

La donna fa presente di aver chiamato “Polizia, Vigili, ho mandato lettere al Comune ma non fanno nulla. La Polizia fa presente che viviamo in centro e quindi dobbiamo sapere che la notte c’è casino! Questa notte (tra sabato e domenica, ndr) ho saputo che c’è stata la festa della figlia di un politico (ho fatto foto alle 3 di mattina) e, addirittura, dopo aver chiamato tre volte la Polizia neanche è intervenuta”.

Lo sfogo prosegue: “In questa città non esiste un regolamento, non esiste la Polizia, non esiste un sindaco? Non è vietato fare assembramenti in questa città? Non è vietato bere alcool sulla strada dopo le 22 e fumare canne? Sono disperata, aiutatemi voi per favore. Dormire la notte è un minimo diritto che posso chiedere, ma non abbiamo neanche questo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schiamazzi in centro: “Mio papà, malato di tumore, non può dormire fino alle 4”

LeccoToday è in caricamento