menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sciopero dei mezzi per il 9 e 10 novembre: ecco gli orari dei treni garantiti

L'Unione sindacale di base (Usb) ha proclamato uno sciopero Generale Nazionale di 24 ore

Nelle giornate del 9 e 10 novembre è previsto uno sciopero generale dei settori pubblico e privato proclamato da USB Lavoro Privato unitamente alla Confederazione Italiana di Base Unicobas, ai Cobas-Confederazione ai Comitati di Base e ai Cobas del Lavoro Privato (per la sola giornata di venerdì 10 novembre - dalle ore 00.00 alle ore 17.59) - al quale ha aderito anche l'organizzazione Sindacale CUB Trasporti (dalle ore 21.00 del 09/11 alle ore 21.00 del 10/11/2017) - che interesserà sia il comparto del Trasporto Ferroviario Regionale (personale appartenente al Gruppo Ferrovie dello Stato e Trenord) che il Trasporto Pubblico Locale fino alle ore 24.00.

Per questo il Servizio Regionale, Suburbano e Aeroportuale, dalle ore 21.00 di giovedì 9 novembre alle ore 24.00 di venerdì 10 novembre, potrà subire variazioni e/o cancellazioni.

Per il solo Servizio Aeroportuale Malpensa Express potranno essere istituite corse autobus sostitutive (no stop).

Rispettate le fasce orarie di garanzia 6.00-9.00 e 18.00 -21.00.

Nello specifico:

GIOVEDI' 9 NOVEMBRE viaggeranno i treni la cui partenza da orario ufficiale è prevista entro le ore 21.00 e l'arrivo a destinazione finale entro le 22.00.

VENERDI' 10 NOVEMBRE viaggeranno i treni regionali e a lunga percorrenza inseriti nella lista dei "Servizi Minimi Garantiti";

- Dalle ore 21.00 sino alle 24.00 la circolazione dei treni regionali e suburbani sulle sole linee gestite da FerrovieNord [Laveno/Varese/Como/Novara-Saronno-Milano; Asso/Mariano/Camnago-Seveso-Milano; Brescia-Iseo-Edolo] e nel Passante Ferroviario RFI [S1, S2, S4, S9 ed S13; escluse S5 ed S6] potranno subire modifiche o cancellazioni, come pure il collegamento su Malpensa Aeroporto.

"Si invita a prestare attenzione ai monitor e agli annunci sonori trasmessi nelle stazioni o a seguire gli aggiornamenti sulla circolazione treni in realtime tramite l'App Trenord", si legge sul sito di Trenord. 

Le motivazioni della protesta

"Dopo dieci anni dall’inizio della crisi, prosegue l’attacco a diritti, salari e pensioni – spiegano dall’unione sindacale – Il Governo Gentiloni e l’Unione Europea continuano ad annunciare una ripresa economica che vedono soltanto loro, mentre i padroni, attraverso continue decontribuzioni, impoveriscono le casse dell’INPS e fanno dire a Banca d’Italia che si deve innalzare l’età pensionabile a 70 anni. Giovani, donne, disoccupati/e vengono illusi con statistiche che glorificano l’aumento dell’occupazione senza segnalare che oltre l’80% sono precari a tempo determinato, a chiamata oppure a weekend. Sono buoni solo a dare sgravi fiscali alle imprese, come previsto anche nella prossima finanziaria”.

Dunque, unoo sciopero “contro le politiche economiche e sociali del Governo Italiano e dell’Unione Europea, e per un loro radicale cambiamento basato su: riduzione dell’orario di lavoro a parità di salario, per lavorare tutti, lavorare meglio e in condizioni di salute e sicurezza".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Lecco usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il futuro dell'ex "Larius"? Guarda a Oriente: a Lecco apre Nima

Attualità

I 10 luoghi simbolo di Lecco più amati dai visitatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento