rotate-mobile
Cronaca

Calci e spintoni a una studentessa, professore denunciato in una scuola lecchese

Lei avrebbe chiesto al docente di uscire dall'aula, e l'insegnante ha reagito violentemente

La studentessa gli ha domandato di uscire dalla classe per qualche minuto, e lui avrebbe risposto con spintoni e calci: un professore di una scuola superiore lecchese, protagonista dell'episodio, è stato denunciato per lesioni, e ora rischia il processo.

Il fatto è accaduto una decina di giorni fa, a inizio novembre: la segnalazione agli inquirenti è arrivata dagli operatori del Pronto soccorso dell'ospedale Manzoni, dopo che la ragazzina si è presentata lamentando la caduta, causata dagli spintoni del professore.

I medici, dopo aver dimesso l'adolescente con una prognosi ridotta, in quanto non aveva riportato ferite gravi, hanno dovuto segnalare l'accaduto all'Ufficio minori della Questura. Gli inquirenti, che per ragioni di sicurezza non hanno divulgato il nome dell'istituto in cui è accaduto l'episodio, hanno poi sentito la studentessa, che ha confermato la versione dei fatti già data al personale del Pronto soccorso. Nei prossimi giorni potrebbe essere interpellato anche il docente, perché esponga la propria versione.

Non è il primo episodio di questo tipo che capita in una scuola italiana: a metà novembre, in una scuola di Perugia, un professore avrebbe aggredito un suo studente a seguito di un diverbio sull'omosessualità.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calci e spintoni a una studentessa, professore denunciato in una scuola lecchese

LeccoToday è in caricamento