Finta residenza in Nigeria, sequestrati 1,3 milioni a un cittadino di Lecco

Avrebbe omesso di presentare la propria dichiarazione dei redditi al fisco italiano dal 2013 comunicando in maniera fittizia di aver stabilito la propria residenza fiscale nella Repubblica di Nigeria

Avrebbe omesso di presentare la propria dichiarazione dei redditi al fisco italiano dal 2013 comunicando fittizziamente di aver stabilito la propria residenza fiscale nella Repubblica di Nigeria. Si tratta di un cittadino di Lecco nei confronti del quale le fiamme gialle hanno sequestro 1,3 milioni di euro. 

L'indagine dei militari, coordinati dal Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Lecco Nicola Preteroti, ha consentito di dimostrare che il soggetto italiano investigato, pur essendo formalmente iscritto all’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero nella Repubblica della Nigeria (stato con un imposizione fiscale inferiore a quella Italiana) ove operava come responsabile commerciale di una società attiva nel settore delle scommesse online, di fatto aveva stabilito sin dall’anno 2010 il suo centro di interessi nella provincia lecchese ove è stata ricondotta la sua effettiva residenza fiscale.

Questa condotta ha di fatto sottratto alle casse dell’Erario una base imponibile ai fini IRPEF per oltre 6 milioni di euro ed un’imposta evasa per oltre 1,3 milioni di euro. Il GIP del Tribunale di Lecco, condividendo le ipotesi investigative avanzate dal PM titolare delle indagini e dai militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Lecco, ha emesso apposito decreto di sequestro preventivo finalizzato alla confisca anche per equivalente che ha consentito di sottoporre a sequestro, in capo all’indagato, disponibilità finanziarie per euro 1,347 milioni, pari all’imposta evasa.

L’attività di polizia economico–finanziaria, condotta in linea con le direttive tracciate dall’Autorità di Governo, ancora una volta è stata resa particolarmente efficace dal ricorso alle misure patrimoniali, strumento fondamentale per contrastare l’evasione fiscale a tutelando le imprese ed i cittadini rispettosi delle regole.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Viveva legata a un calorifero: le guardie ecozoofile salvano il pitbull Maya

  • Un lockdown "morbido" tra dieci giorni e l'ipotesi coprifuoco alle 21 in tutta Italia

  • Covid-19, i numeri del "Manzoni": occupato l'ottanta per cento dei posti nei reparti ad-hoc. Piena la terapia intensiva

  • Ferrovie, sulla Milano-Lecco debutta il treno Caravaggio: «Investimento triennale da un miliardo e mezzo»

  • Ordinanza regionale sotto accusa, Gattinoni: «Ci era stata consegnata una bozza diversa per la Dad»

  • Coronavirus, il punto: sessanta casi nel Lecchese. «Situazione critica, i cittadini possono fare la loro parte»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento