Entrarono in un'azienda di Barzago spacciandosi per finanzieri e sequestrarono due persone: arrestati tre pluripregiudicati

Due dei colpevoli si trovavano già in una casa circondariale perchè già "pizzicati" durante un'operazione criminale condotta, con le stesse modalità, a Seregno

Nella mattinata di martedì 29 maggio 2018, i Carabinieri della Compagnia di Merate hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Giudice per le indagini preliminari (GIP) del Tribunale di Lecco, su richiesta della locale Procura della Repubblica che ha coordinato le indagini, a carico di Adamo Dominici, classe 1968, di Lentate sul Seveso (MB), pluripregiudicato, Gennaro Zea, classe 1956, di Lissone (MB), pluripregiudicato, già in carcere presso la Casa Circondariale di Monza; Luigi Zea,  classe 1958, di Pescara, pluripregiudicato, già ristretto presso la Casa Circondariale di Monza.

L’attività investigativa condotta dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Merate ha consentito di richiedere la misura restrittiva da parte della Procura della Repubblica di Lecco, che ha pienamente concordato con quanto emerso dalle indagini ed ha evidenziato elementi di responsabilità a carico degli indagati, ritenuti gli autori della tentata rapina aggravata con sequestro di persona in concorso, commessa il 14 marzo 2017 a Barzago, presso il deposito di una ditta di metalli; gli arrestati, a volto scoperto ed armati di pistola, con indosso pettorine riportanti la scritta “Guardia di Finanza” e giunti a bordo di un’autovettura (risultata rubata nel 2016 a Milano), su cui erano state apposte le scritte generalmente presenti sulle autovetture dei finanzieri, avevano fatto irruzione all’interno dell’azienda e, dopo aver immobilizzato con delle fascette ai polsi ed una cintura ai piedi il custode e un camionista, si erano allontanati all’arrivo di altre persone senza rubare nulla.

I provvedimenti a carico dei citati fratelli Zea sono stati notificati presso la Casa Circondariale di Monza poiché vi erano già detenuti dal 6 novembre 2017 per una rapina commessa presso gli uffici amministrativi di una società di Seregno (MB), con le stesse modalità attuate mesi prima a Barzago (LC), mentre Dominici, fino a quel momento libero, è stato prelevato nella sua abitazione e condotto al carcere "Bassone" di Monza.

Potrebbe interessarti

  • Come pulire le porte interne di casa: trucchi e suggerimenti

  • Ferro da stiro addio: ecco alcuni trucchi per avere abiti perfetti senza stiratura

  • Centrotavola fai da te: idee per ogni occasione

  • Come lasciare la casa in ordine prima di partire per le vacanze

I più letti della settimana

  • Clooney compra casa a Lierna? Il sindaco: «Sarebbe un grande volano»

  • Allagamenti e alberi sradicati: nella notte colpita la zona dell'Olgiatese

  • Torna sul Lecchese l'incubo del maltempo: scatta l'allerta per temporali forti

  • Maltempo, tornano i disagi: Oggionese colpito, divelti svariati alberi. In arrivo altri rovesci

  • Al Lavello alberi abbattuti dalla forte pioggia, danneggiato il monumento dei Marinai

  • Abbadia: è morta in ospedale Pinuccia Badoni, ciclista investita tre settimane fa

Torna su
LeccoToday è in caricamento