Entrarono in un'azienda di Barzago spacciandosi per finanzieri e sequestrarono due persone: arrestati tre pluripregiudicati

Due dei colpevoli si trovavano già in una casa circondariale perchè già "pizzicati" durante un'operazione criminale condotta, con le stesse modalità, a Seregno

Nella mattinata di martedì 29 maggio 2018, i Carabinieri della Compagnia di Merate hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Giudice per le indagini preliminari (GIP) del Tribunale di Lecco, su richiesta della locale Procura della Repubblica che ha coordinato le indagini, a carico di Adamo Dominici, classe 1968, di Lentate sul Seveso (MB), pluripregiudicato, Gennaro Zea, classe 1956, di Lissone (MB), pluripregiudicato, già in carcere presso la Casa Circondariale di Monza; Luigi Zea,  classe 1958, di Pescara, pluripregiudicato, già ristretto presso la Casa Circondariale di Monza.

L’attività investigativa condotta dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Merate ha consentito di richiedere la misura restrittiva da parte della Procura della Repubblica di Lecco, che ha pienamente concordato con quanto emerso dalle indagini ed ha evidenziato elementi di responsabilità a carico degli indagati, ritenuti gli autori della tentata rapina aggravata con sequestro di persona in concorso, commessa il 14 marzo 2017 a Barzago, presso il deposito di una ditta di metalli; gli arrestati, a volto scoperto ed armati di pistola, con indosso pettorine riportanti la scritta “Guardia di Finanza” e giunti a bordo di un’autovettura (risultata rubata nel 2016 a Milano), su cui erano state apposte le scritte generalmente presenti sulle autovetture dei finanzieri, avevano fatto irruzione all’interno dell’azienda e, dopo aver immobilizzato con delle fascette ai polsi ed una cintura ai piedi il custode e un camionista, si erano allontanati all’arrivo di altre persone senza rubare nulla.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I provvedimenti a carico dei citati fratelli Zea sono stati notificati presso la Casa Circondariale di Monza poiché vi erano già detenuti dal 6 novembre 2017 per una rapina commessa presso gli uffici amministrativi di una società di Seregno (MB), con le stesse modalità attuate mesi prima a Barzago (LC), mentre Dominici, fino a quel momento libero, è stato prelevato nella sua abitazione e condotto al carcere "Bassone" di Monza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Valmadrera, tragedia sul Sentiero delle Vasche: ritrovato un corpo senza vita

  • Mandello piange Marco Maggioni, scomparso a 55 anni

  • Valmadrera: i Legnanesi danno spettacolo in via Casnedi. Presenti cinquecento persone

  • Orrido di Bellano, si riapre: sabato 11 torna visitabile il percorso originale

  • Triplo intervento dell'elisoccorso a Moggio, Mandello del Lario e sulla Grigna Settentrionale

  • Ragazzi senza patentino scappano dopo l'incidente: oltre 5.000 euro di multa

Torna su
LeccoToday è in caricamento