menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Seven Park Hotel di Colico (tripadvisor.it)

Seven Park Hotel di Colico (tripadvisor.it)

Seven Park Hotel, Ciresa: "Stupiti dalla levata di scudi"

La società ritira la domanda per la concessione demaniale, ma resta il problema dell’ennesimo progetto di qualità che il territorio lecchese si lascia sfuggire

Nelle scorse settimane il Seven Park Hotel di Colico è stato al centro della cronaca locale per una richiesta di concessione demaniale di 600 metri quadrati circa con il libero accesso alla spiaggia, fatta per ottimizzare le manutenzioni e le pulizie estive contribuendo così a migliorare il decoro di Colico.
Considerata la stagione negativa per le avverse condizioni meteo, la società ha rivisto i programmi ritirando la domanda inviata all’Autorità di Bacino, ma nel frattempo da più parti si sono sollevate critiche e reazioni negative.

“Siamo rimasti stupiti e sorpresi per questa levata di scudi – evidenzia il presidente di Confcommercio Lecco, Peppino Ciresa – Subito ci siamo mossi per offrire all’hotel e alla società il nostro supporto e ci siamo dichiarati disponibili a incontrare congiuntamente l’Amministrazione comunale. Avendo appreso in un recente incontro con la proprietà del Seven Park del ritiro della domanda di concessione, siamo dispiaciuti per questo atteggiamento della politica nei confronti di chi investe credendo nel territorio e non possiamo nascondere l’amarezza per l’ennesima occasione persa. Siamo increduli di fronte a questa incapacità di promuovere lo sviluppo del territorio con vocazione turistica, e di sostenere quegli imprenditori che investono e danno occupazione alla nostra terra”.
E aggiunge: “Il Seven Park Hotel è una struttura 4 stelle di assoluto valore che è sorta in una zona di Colico prima abbandonata a sterpaglie, graffitari e dove sono state trovate numerose siringhe durante la ristrutturazione. Da un anno a questa parte è diventato un punto di riferimento di qualità, portando a Colico nel solo 2014 oltre 6000 ospiti provenienti da tutto il mondo e dando valore aggiunto alla zona dell’alto Lago, assumendo alle proprie dipendenze numerosi colichesi (il 50% degli addetti dell’hotel-ristorante) e creando lavoro anche alle aziende dell’indotto come bar, ristoranti, lavanderie, taxi, trasporti.... La proprietà ha investito diversi milioni di euro senza aiuti pubblici e si è mostrata attenta alla comunità, facendosi carico della manutenzione del verde e di altri interventi di interesse pubblico. Così come vorrei ricordare che questa struttura, come stabilito dalla convenzione, alla scadenza della concessione tornerà di proprietà del Comune di Colico e data la qualità e l’architettura potrà facilmente essere riconvertita per altri scopi. Tenendo conto del quadro di insieme e della bontà del progetto presentato, resta il profondo dispiacere di avere visto sfumare un’opportunità importante di sviluppo per Colico e l’Alto Lago. Auspicando che situazioni del genere non debbano più ripetersi per il bene del Lecchese, invitiamo le istituzioni e la comunità locale a fare tesoro di questa vicenda”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento