Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Denuncia di avere subito una rapina, ma è una frottola: donna finisce nei guai

Una 32enne di Lecco aveva segnalato di essere stata rapinata mentre consegnava pizze a domicilio per intascarsi 180 euro: i Carabinieri l'hanno deferita per simulazione di reato

La rapina in realtà non esisteva, era una simulazione di reato. Aveva destato scalpore sabato 18 aprile la notizia, a Ballabio, di una rapina subita da una dipendente di una pizzeria, la quale aveva riferito di essere stata avvicinata da due sconosciuti che le avevano sottratta della somma di 480 euro mentre stava consegnando pizze a domicilio.

Rapinarono la sala slot di Barzanò con volti travisati e pistola: arrestati in due

?I Carabinieri della Compagnia di Lecco, a seguito di una rapida attività investigativa, hanno accertato che il reato non era stato mai commesso. La 32enne che ha denunciato il presunto fatto, in realtà, si era appropriata di 180 euro in sua custodia, simulando poi di essere stata aggredita e derubata da due persone di origine straniera.

La donna, residente a Lecco, nell'ammettere le proprie responsabilità ha spontaneamente consegnato ai Carabinieri la somma sottratta al titolare della pizzeria, già restituiti all'avente diritto. La stessa è stata pertanto denunciata alla locale autorità giudiziaria per simulazione di reato.

Sei rapine commesse in un mese e mezzo: arrestato giovane residente in Brianza

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Denuncia di avere subito una rapina, ma è una frottola: donna finisce nei guai

LeccoToday è in caricamento