rotate-mobile
Giovedì, 6 Ottobre 2022
Al lavoro / Esino Lario

Traumi e malori sulle montagne lecchesi: tanti interventi per il Soccorso alpino

Il "ciclo" si è concluso con l'entrata in azione all'alba di sabato 13 agosto

Tre chiamate nel giro di poche ore per i tecnici del Soccorso alpino lecchese. Intorno alle 16 di venerdì 12 agosto i volontari della Stazione di Valsassina - Valvarrone del Soccorso alpino, XIX Delegazione Lariana si sono portati a Esino Lario, nella zona della Bocchetta di Prada che si trova alle pendici del Grignone, per trarre in salvo un escursionista di 62 anni: l'uomo, caduto, ha riportato un trauma a una caviglia mentre stava camminando sul sentieri e, non riescendo a proseguire, allora ha chiesto aiuto. Sono intervenuti l’elisoccorso di Bresso (Milano) di Areu - Agenzia regionale emergenza urgenza e i tecnici del Cnsas - Corpo nazionale Soccorso alpino e speleologico, squadra di Dervio, a supporto delle operazioni. L’uomo, una volta stabilizzato, è stato portato in ospedale a Gravedona in codice verde.

Al lavoro in Valsassina

Poco prima delle 22 ecco un nuovo allertamento giunto dall’Alpe Rasga, territorio del Comune di Premana, per un ragazzo di 14 anni che ha riportato una sospetta frattura a un braccio. Sul posto si sono portati via terra i tecnici della squadra di Premana e l’elisoccorso di Areu decollato dalla base di Caiolo (Sondrio). L’intervento si è concluso in un’ora e mezza circa.

Infine, all’alba di stamattina, sabato 13 agosto, è arrivata un'altra chiamata per un uomo di 91 anni che ha accusato un un malore nella zona del Pian delle Betulle, nel territorio comunale di Margno. Sul posto si sono portati l’elisoccorso valtellinese e, di nuovo, le squadre territoriali di Premana. L’intervento è finito intorno alle 7.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Traumi e malori sulle montagne lecchesi: tanti interventi per il Soccorso alpino

LeccoToday è in caricamento