menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

So.Le.Vol: il volontariato al Parini e al Grassi

Incontri in due istituti del lecchese per offrire ai giovani una maggiore consapevolezza di sé e avvicinarli al mondo no-profit

So.Le.Vol., il centro di servizio per il volontariato di Lecco e provincia, ha organizzato nella prima settimana di aprile tre iniziative rivolte agli studenti di due scuole superiori di Lecco: l’istituto Parini e il liceo scientifico Grassi.
 
Presso l’istituto Parini si sono svolti 2 incontri differenti: uno articolato in due lezioni rivolte a 7 classi seconde degli indirizzi turistico e amministrazione, finanza e marketing e uno organizzato singolarmente per ognuna delle sette classi.

Nel primo caso, sono state coinvolte le classi terze e quarte che, guidate dalla dott.ssa Dora Aliprandi, psicoterapeuta dell’associazione A.B.A. (Associazione Bulimia Anoressia) di Milano, hanno affrontato un percorso che con un linguaggio chiaro e vicino all’esperienza dei ragazzi, ha toccato, a partire dalle forme di dipendenza dagli oggetti e dalle persone,  i temi dell’importanza per gli adolescenti di condividere con gli altri difficoltà o malesseri e ha approfondito le origini psicologiche più profonde dei disturbi alimentari, ragionando sul significato di parole importanti come solitudine, dialogo e amore.
 
Il secondo tipo di incontro
, invece, è stato realizzato in collaborazione con i volontari dell’associazione "AutoMutuoAiuto" per l’Arteatro creativo di Lecco, che svolge attività teatrali con un gruppo di persone con disagio psichico. In questa occasione, a partire da alcune suggestioni fornite da canzoni e video, i ragazzi sono stati stimolati a far emergere pensieri e riflessioni e a dialogare sugli spunti sul tema dei disturbi alimentari.
 
Presso il liceo scientifico Grassi
, invece, gli operatori del So.Le.Vol. hanno organizzato 4 incontri per presentare le opportunità per chiunque desideri diventare un volontario; dai campi estivi alle esperienze internazionali, dal servizio civile nazionale al servizio volontario europeo, sono state fornite tutte le informazioni utili per facilitare il percorso dei ragazzi intenzionati a donare disinteressatamente parte del loro tempo agli altri. I giovani volontari presenti hanno inoltre raccontato la loro personale esperienza e mostrato foto e slides, in un percorso finalizzato a motivare gli studenti a dedicarsi ai progetti di volontariato. Nell’atrio della scuola, inoltre, sono stati allestiti da So.Le.Vol. dei cartelloni sull’argomento che, fino all’inizio delle vacanze di Pasqua, rimarranno esposti per richiamare l’attenzione e l’interesse degli alunni.
 
Entrambi i progetti
si inseriscono nell’ambito della progettualità scuola-volontariato che So.Le.Vol. promuove negli istituti superiori del territorio per avvicinare i giovani al mondo del volontariato attraverso attività di riflessione, sperimentazione e confronto sulle tematiche sociali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cosa si può fare in zona arancione: le nuove regole spiegate

Attualità

Al via in Lombardia treni solo per passeggeri "Covid tested"

social

"Lol chi ride è fuori": il programma è già diventato un tormentone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento