Sospetti di sostanze tossiche in Questura, ma è un falso allarme

Vigili del fuoco in azione negli uffici di Via Da Vinci: un odore intenso ha causato bruciore di gola e tosse a una dipendente, ma sarebbe stato causato da prodotti usati per la pulizia

Si sono vissuti attimi di apprensione nel primo pomeriggio di oggi negli uffici della Questura in Via Leonardo Da Vinci per il sospetto, poi rivelatosi infondato, di fuoriuscita di sostanze tossiche.

A far scattare l'allerta, spiegano dall'Ufficio di Gabinetto, due dipendenti che hanno avvertito un forte odore sull'androne delle scale, notando una collega che manifestava preoccupanti disturbi quali bruciore di gola e forte tosse.

Forte odore di gas all'ospedale, non è una fuga

Immediata è scattata la chiamata ai Vigili del fuoco del comando di Lecco, intervenuti in Via Da Vinci con una squadra del Nucleo Nbcr (Nucleare biologico chimico radiologico). I pompieri non hanno ravvisato la presenza di sostanze tossiche e per nessuno si sono rese necessarie le cure dei medici.

Con ogni probabilità a produrre l'intenso odore è stata la reazione chimica di prodotti utilizzati per la pulizia delle scale quali ammoniaca e detergenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Valgreghentino: giovane giardiniere muore travolto da un escavatore

  • Tragedia nel Comando della Polizia Locale: colpo di pistola, muore un giovane agente

  • Le regole per Natale 2020: cosa succede con gli spostamenti tra regioni, il coprifuoco e il cenone

  • Coronavirus, la Lombardia chiede la zona arancione dal 27 novembre

  • «Ho investito in sport e prevenzione, sbagliato il lockdown nei confronti di attività come la mia»

  • Controlli anticovid nel Lecchese: due esercizi lecchesi vengono chiusi, nove i cittadini sanzionati

Torna su
LeccoToday è in caricamento