Pizzicato dopo aver venduto della cocaina: giovane spacciatore arrestato, sarà espulso

Il 23enne, originario dell'Albania, irregolare in Italia, ma domiciliato a Calolziocorte, sarà espulso al termine della pena

I carabinieri con la merce sequestrata al giovane spacciatore

Prosegue l’attività di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti da parte dei Reparti del Comando Provinciale Carabinieri di Lecco attraverso mirati servizi di osservazione e il controllo delle aree ritenute di maggiore interesse.

Un'altra rissa nei pressi della stazione di Calolzio

In tale contesto operativo, dopo l’arresto del primo ottobre scorso avvenuto presso il Parco Adda, i Carabinieri della Stazione di Calolziocorte, nel pomeriggio di sabato 12 ottobre, hanno tratto in arresto, con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio sostanze stupefacenti, Vladimir Ferati, 23enne incensurato, irregolare sul territorio nazionale, ma di fatto domiciliato a Calolziocorte, sorpreso poco dopo aver ceduto, ad un 40enne di Galbiate, tre dosi di cocaina.

Arrestato e condannato, sarà espulso dopo aver scontato la pena

Il cittadino albanese, in seguito alla perquisizione personale, è stato trovato in possesso di cinque grammi dello stesso stupefacente già suddiviso in altrettante dosi, nonché della somma in contante di centoquarantacinque euro, ritenuta provento dell’attività di spaccio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Arrestato nel parco di Calolzio un secondo spacciatore nel giro di pochi giorni

La successiva perquisizione domiciliare, condotta dai Carabinieri operanti presso il domicilio del reo, ha permesso di sequestrare ulteriori venti grammi di cocaina, anch’essa già confezionata in altrettante dosi termosaldate, nonché di ulteriori duemila euro in contanti. L’arrestato nella mattinata odierna è stato condotto presso il Tribunale di Lecco per il giudizio direttissimo: al termine del processo, nel convalidare l’arresto, lo ha condannato alla pena di un anno e due mesi di reclusione con nulla osta all’espulsione dal territorio nazionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un lockdown "morbido" tra dieci giorni e l'ipotesi coprifuoco alle 21 in tutta Italia

  • Oggiono: incidente in via per Molteno, giovane finisce in ospedale in gravi condizioni

  • Covid-19, i numeri del "Manzoni": occupato l'ottanta per cento dei posti nei reparti ad-hoc. Piena la terapia intensiva

  • Ferrovie, sulla Milano-Lecco debutta il treno Caravaggio: «Investimento triennale da un miliardo e mezzo»

  • Ordinanza regionale sotto accusa, Gattinoni: «Ci era stata consegnata una bozza diversa per la Dad»

  • Ospedale di Lecco, «in caso di necessità pronti ad accogliere 200 pazienti covid»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento