rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Cronaca Corso Promessi Sposi

Droga al bar "Galleria": smantellata dalla Mobile di Lecco l'organizzazione dietro allo spaccio

Sette le custodie cautelari cui è stata data esecuzione dalla Squadra Mobile della Questura di Lecco, che nell'estate 2017 diede vita alla lunga e complessa indagine

E' partita dal bar "Galleria" l'inchiesta della Questura di Lecco che ha portato allo smantellamento di un'organizzazione, con base nella bergamasca, che gestiva una vasta e capillare rete di spaccio di droga arrivata fino al lecchese. Dieci le custodie cautelari emesse dal GIP del Tribunale di Bergamo Cavalleria su richiesta del Sostituto Procuratore di Bergamo Carmen Santoro: sette sono state eseguite nella mattinata di martedì 30 gennaio dalla Squadra Mobile diretta da Danilo Di Laura e hanno portato all'arresto di altrettanti marocchini; cinque maschi (uno già condannato ai domiciliari per precedenti reati collegati) e due donne, di età compresa fra 30 e 40 anni, sono finiti in carcere a Bergamo con l'accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Cinquecento i grammi di cocaina recuperati dagli agenti, suddivisi in ventinove involucri.

"Direi che è stato raggiunto un ottimo risultato e la nostra operazione ha, di fatto, smembrato quasi nella sua interezza l’organizzazione criminale. Difficile stimare con esattezza la quantità dello smercio di cocaina sul nostro territorio, ma, considerato che abbiamo parlato con quasi cento assuntori e gli acquirenti erano stimati in duemila persone, possiamo dire che l’organizzazione era radicata e capillare sul territorio. Contiamo ora di riuscire ad acciuffare gli ultimi tre membi dell'organizzazione, che attualmente si trovano all'estero”, è il commento di Di Laura, che ha presentato la complessa operazione in conferenza stampa.

rete spaccio marocchini operazione galleria gennaio 2018-2

In totale gli agenti della Squadra Mobile hanno dato esecuzione a due misure cautelari emesse dal GIP di Lecco, che hanno portato all'arresto di Oscar delle Vedove e del cittadino marocchino che si occupava del recupero crediti, a sette delle dieci emesse dal Tribunale di Bergamo e hanno tratto in arresto per flagranza di reato due africani, mentre sono dieci le persone denunciate in stato di libertà; venti le persone segnalate alla giustizia, novanta le persone ascoltate durante l'indagine, mentre gli assuntori stimati, come spiegato da Di Laura, sono stimati in circa duemila persone. La droga, come spiegato dal dirigente, arrivava nel bresciano direttamente dall'Albania e veniva poi immessa sul mercato illegale dai marocchini residenti nel bergamasco.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga al bar "Galleria": smantellata dalla Mobile di Lecco l'organizzazione dietro allo spaccio

LeccoToday è in caricamento