rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
L'arresto / Calolziocorte

Arrestato l'uomo che ha sparato a Luca Marasco: tutto è nato sui social

L'uomo, 42 anni, era ricercato da settimane dopo l'aggressione a mano armata che ha riguardato il campione di boxe

L'uomo che ha sparato a Luca Marasco è in carcere. I carabinieri di Lecco hanno messo le manette ai polsi all’autore della sparatoria avvenuta il 20 aprile scorso a Calolziocorte: il 42enne residente nella Bergamasca era ricercato per i reati di lesioni e porto illegale di arma da fuoco e si è costituto ai militari della città capoluogo.

L'uomo, allo scoccare del mezzogiorno del 20 aprile scorso, con una pistola calibro 22 aveva sparato alle gambe del campione di boxe, senza però colpirlo. Con il calcio della pistola aveva quindi colpito al capo Marasco, provocandogli delle lesioni poi curate presso l’ospedale Manzoni di Lecco. I militari della Compagnia di Lecco hanno raccolto le testimonianze, visionato i filmati della video sorveglianza e accertato che tra i due vi erano alla base del fatto motivi di rancore, espressi via social anche la sera prima della sparatoria.

Le indagini svolte hanno quindi consentito alla Procura della Repubblica di Lecco di richiedere, e ottenere, dal gip la misura cautelare in carcere per il 42enne che dopo i fatti si era dato immediatamente alla fuga, rendendosi irreperibile. Attivamente ricercato dai carabinieri, si è presentato con il suo avvocato presso la caserma di corso Carlo Alberto e dopo gli atti di rito è stato portato in carcere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestato l'uomo che ha sparato a Luca Marasco: tutto è nato sui social

LeccoToday è in caricamento