Crolla il ponte sulla SS36, la furia dei cittadini: "Lo stavano controllando poco prima"

Chi è transitato s'interroga sulla presenza degli addetti addetti ANAS: "Perchè hanno consentito il transito?"

"Quel ponte lo stavano controllando un'ora prima perchè temevano il crollo. Perchè non è stato impedito al tir di transitare?". E' l'interrogativo, agghiacciante, che si stanno ponendo i cittadini lecchesi. In tanti, infatti, giurano di aver visto gli addetti dell'Anas, accompagnati dalle Forze dell'Ordine, nel pomeriggio proprio in quella zona, intenti a controllare le condizioni del cavalcavia poi crollato intorno alle 17.20.

Sui social in tanti si sono scagliati contro l'azienda pubblica "Qualcuno dovrà pagare per questo", afferma un utente, cui fa eco il "Alle 13.45 stavano controllando e hanno anche chiuso una corsia. A cosa è servito?".

La replica di Anas non si è fatta attendere: "abbiamo ripetutamente sollecitato la chiusura, ma gli addetti della Provincia ci hanno richiesto un'ordinanza formale".

Il Ministero dei Trasporti ha fatto sapere di aver aperto un'indagine interna, visto che il ponte, oltretutto, era stato ristrutturato nel 2006 in seguito alla collisione con un camion.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Viveva legata a un calorifero: le guardie ecozoofile salvano il pitbull Maya

  • Un lockdown "morbido" tra dieci giorni e l'ipotesi coprifuoco alle 21 in tutta Italia

  • Covid-19, i numeri del "Manzoni": occupato l'ottanta per cento dei posti nei reparti ad-hoc. Piena la terapia intensiva

  • Ferrovie, sulla Milano-Lecco debutta il treno Caravaggio: «Investimento triennale da un miliardo e mezzo»

  • Ordinanza regionale sotto accusa, Gattinoni: «Ci era stata consegnata una bozza diversa per la Dad»

  • Coronavirus, il punto: sessanta casi nel Lecchese. «Situazione critica, i cittadini possono fare la loro parte»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento