menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Perseguitava l'ex, commessa della "Meridiana": fermato stalker pluripregiudicato

Sottoposto anche alla sorveglianza speciale, da due mesi perseguitava una commessa del centro commerciale. Eseguiti sia il decreto di ammonimento emesso dal Questore che l’ordinanza del divieto di avvicinamento emesso dal Tribunale

La Polizia di Stato di Lecco, nella giornata di mercoledì 11 settembre, ha rintracciato E.A., classe 1979, pluripregiudicato e sorvegliato speciale di fatto senza fissa dimora, che da circa due mesi perseguitava l'ex compagna, attualmente impiegata come commessa di un negozio del Centro Commerciale "La Meridiana" di Lecco, con molestie e minacce consistite in aggressioni verbali e fisiche, anche alla presenza dei figli minori della vittima, nonché veri e propri appostamenti e pedinamenti sul luogo di lavoro della stessa.

Condannato a dieci mesi lo stalker dell'eurodeputata Lara Comi

Fermato durante l'ennesimo episodio

In seguito alla denuncia presentata dalla donna, gli agenti della Squadra Mobile, al termine di un’articolata attività di indagine volta alla ricostruzione delle condotte tenute dallo stalker, ha chiesto e ottenuto l’emissione, da parte del Tribunale di Lecco, dell’ordinanza cautelare del divieto di avvicinamento alla vittima e dei luoghi frequentati dalla stessa e dai suoi figli.

Perseguitava l’ex compagna da mesi: valtellinese arrestato a Lecco

La misura è stata eseguita, appunto, mercoledì: lo stalker è stato fermato dagli agenti all’interno del medesimo centro commerciale del Caleotto proprio mentre stava pedinando la vittima, intenta a fare la spesa con i propri figli. Nel frangente, gli operanti hanno anche proceduto alla notifica del decreto di ammonimento per stalking emesso dal Questore della Provincia di Lecco Filippo Guglielmino a carico del medesimo, già emesso nel mese di agosto scorso, ma ancora non eseguito per l’irrintracciabilità dello stalker.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La nuova truffa corre su WhatsApp: casi anche nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento