Tragedia di Annone: chiuse le indagini, salgono a sei gli indagati

Due dirigenti della Provincia di Bergamo e l'ingegnere incaricato di effettuare la manutenzione sono stati iscritti nel registro degli indagati

Una delle shockanti istantanee scattate dopo il crollo del ponte

Sale a sei il conto degli indagati per il tragico crollo del ponte di Annone Brianza, avvenuto il 28 ottobre 2016 e per cui non sono ancora state accertate tutte le responsabilità. La Procura di Lecco, chiuse le indagini preliminari, ha iscritto nel registro anche Eugenio Ferraris, Silvia Garbelli e Roberto Torresan, i primi due dirigenti della Provincia di Bergamo e l'ultimo professionista incaricato di progettare i lavori per la manutenzione del cavalcavia maledetto, nel 2013.

Gli altri indagati

Quel giorno, sotto al manufatto, perse la vita il civatese Claudio Bertini, 63enne rimasto schiacciato insieme alla sua Audi sotto all'ingente peso della struttura, collassata al passaggio di un trasporto eccezionale diretto a Cesana Brianza. I nomi fatti sopra si aggiungono a quelli degli ingegneri Angelo Valsecchi e Andrea Sesana, facenti parte  del settore viabilità della Provincia di Lecco, e dal capocompartimento di Anas Giovanni Salvatore, tutti nomi iscritti nel registro dal sostituto procuratore Preterioti, trasferito poi presso la Procura di Bergamo, già nelle prime settimane successive al crollo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Prosegue la ricostruzione

La perizia sui resti del cavalcavia venne affidata all'ingegner Marco Di Prisco del Politecnico di Lecco, che evidenziò varie problematiche all'interno dell'infrastruttura derivanti da carenze sia nella fase costruttiva che in quella manutentiva. A marzo, inoltre, dovrebbe aprire il nuovo cavalcavia, attualmente in costruzione e per la cui posa sono al lavoro gli operai a lato della Strada Statale 36.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nel cuore della città: trovato senza vita il Pubblico Ministero Laura Siani

  • Si ribaltano con l'automobile all'interno dell'Attraversamento: due feriti

  • Statale 36: violento incidente a Nibionno, gravi le condizioni di due biker

  • Coronavirus, arriva il bonus vacanze: ecco come funziona

  • Bisone: grave incidente davanti al benzinaio, sessantenne ricoverato in codice rosso

  • Morte Siani, gli investigatori sulle cause della scomparsa: «Prevale l'ipotesi del suicidio»

Torna su
LeccoToday è in caricamento