menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I rifiuti che spesso vengono gettati nella zona della Statale 36

I rifiuti che spesso vengono gettati nella zona della Statale 36

Statale 36, lotta ai rifiuti: multati due "furbetti" grazie alle telecamere

L'entrata in azione del nuovo sistema di videosorveglianza ha dimostrato di poter essere efficiace

Eccoli, i primi risultati nella lotta ai "furbetti" che gettano i rifiuti sulla Strada Statale 36. Il servizio di videosorveglianza, predisposto dopo il dialogo tra le forze dell'ordine avvenuto a inizio mese, è finalmente entrato in azione.

Sabato 19 agosto, considerata una delle date più idonee ad organizzare il servizio di contrasto al fenomeno, il personale della Sottosezione Polizia Stradale di Bellano è intervenuto a seguito della violazione della normativa che disciplina la gestione dei rifiuti. L’attività, svolta in stretta collaborazione con ANAS, si è potuta avvalere delle telecamere attivate ed installate da quest’ultima, funzionanti con il nuovo sistema di lettura targhe.

Gli agenti, dopo essersi recati sul posto per verificare la natura dei rifiuti abbandonati nelle prime ore della mattina, hanno individuato, tra i veicoli in transito sulla piazzola ed il cui passaggio è stato registrato, quelli colti nell’abbandono dei rifiuti.
Sono così immortalati un conducente di Verano Brianza, che sostava alle ore 7.00 circa in una delle piazzole della carreggiata nord e che stava abbandonando rifiuti urbani "provenienti" dalla sua abitazione; poco più tardi veniva registrato “l’operato” di un conducente della provincia di Ravenna, che stava lasciando una tanica.

Gli immediati accertamenti incrociati hanno permesso di individuare i due trasgressori che, raggiunti telefonicamente, sono stati portati a conoscenza della violazione prima ancora che giungessero nella destinazione di villeggiatura.

I controlli proseguiranno nei prossimi giorni al fine di ridurre e debellare il triste fenomeno, fanno sapere dai locali della Questura di Lecco. Fa tuttavia riflettere che, nonostante le opportune segnalazioni di ANAS, a mezzo dei pannelli a messaggio variabile, circa l’effettuazione di controlli sull’abbandono dei rifiuti, prosegua ancora la condotta di alcuni utenti della strada.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento