menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stazione: intensificato il presidio, effettuati oltre trecento controlli. In campo anche i cani antidroga

Al lavoro i militari, diretti dal Questore Filippo Guglielmino, e i cani di Cinofili di Casatenovo

Massima attenzione al controllo del territorio per accrescere il livello di sicurezza reale e percepita soprattutto nella zona delle stazioni ferroviarie. È questa la rinnovata cornice nel cui ambito si sono svolte le operazioni straordinarie condotte dalle Forze dell'Ordine a partire dallo scorso 18 settembre.

Il piano degli interventi è stato deciso nella riunione tecnica di coordinamento trenutasi lo stesso 18 settembre, presieduta dal Prefetto di Lecco Michele Formiglio. In quella sede è stato convenuto d'intensificare i controlli nelle stazioni ferroviarie di Lecco e provincia, attivando personale di rinforzo, anche con unità cinofile. 

Affidata la perizia psichiatrica a carico dell'aggressore delle due donne in stazione

Sotto la direzione tecnica del Questore di Lecco, Filippo Guglielmino, è stata così realizzata una mirata e capillare azione tesa ad assicurare un’assidua vigilanza delle aree in argomento. In termini di risorse sono stati complessivamente sono stati impiegati cinquantadue mezzi, 108 militari e tre cani antidroga del Nucleo Carabinieri Cinofili di Casatenovo. In totale sono state controllate 345 persone, di cui 183 extracomunitarie.

«Incarico svolto con competenza»

«Voglio ringraziare le Forze dell'ordine per l'attività straordinaria che hanno condotto con grande professionalità e competenza. - ribadisce il Prefetto Michele Formiglio. Sono state giornate che ci hanno visto particolarmente impegnati, con il Questore Guglielmino e con i Comandanti provinciali dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, Infante e Zanetti, attraverso l’azione di coordinamento e il lavoro sinergico tra le Forze di Polizia in campo e tra tutti coloro che si sono occupati della sicurezza a vario titolo. Proseguiremo nell'impegno sul territorio utilizzando tutte le forze a disposizione». 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La nuova truffa corre su WhatsApp: casi anche nel Lecchese

social

"Lol chi ride è fuori": il programma è già diventato un tormentone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento