rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Cronaca Olgiate Molgora

Violenta rissa in zona stazione a colpi di machete: individuati i responsabili

I fatti, avvenuti a Olgiate Molgora, si uniscono ad altri crimini violenti commessi di recente sempre nella Brianza lecchese. Tre persone in carcere e una ai domiciliari

Nuovi crimini violenti nella Brianza lecchese e pronto intervento di carabinieri e procura per assicurare i responsabili alla giustizia. Uno degli episodi più gravi è avvenuto nei pressi della stazione di Olgiate Molgora dove un gruppo di cittadini extra-cee si è affrontato a colpi di machete per cause non meglio precisate.

Si sarebbe trattato di futili motivi, o di questioni legate alla possibile spartizione di zone di spaccio, ad aver provocato la rabbia dei quattro che si sono scontrati in modo brutale, causando pericoli e paura anche tra i passanti. Nella rissa provocata da tre persone, ne è poi stata coinvolta anche una quarta. I fatti risalgono al 18 febbraio e nelle scorse ore sono stati individuati dai carabinieri della Compagnia di Merate, con l'arresto e il trasferimento in carcere di due dei tre responsabili.

Prognosi da 30 a 50 giorni

I dettagli dell'operazione sono stati illustrati oggi in una conferenza stampa presso il Comando provinciale dei carabinieri alla presenza del procuratore della Repubblica di Lecco, Ezio Domenico Basso, del colonnello Alessio Carparelli (comandante provinciale dei carabinieri di Lecco) e dal capitano Giovanni Casamassima (al comando della compagnia carabinieri di Merate).

"A Olgiate Molgora si è scatenata una rissa ad opera di soggetti di nazionalità marocchina che hanno deciso di affrontarsi e per farlo hanno utilizzato delle armi bianche - ha confermato il comandante Giovanni Casamassima - Quando sono giunti sul posto, i militari hanno rinvenuto delle custodie di queste armi tipo machete e da lì hanno iniziato a raccogliere una serie di testimonianze delle persone che erano sul luogo. L'episodio violento è avvenuto nelle vicinanze di un bar e della stazione ferroviaria".

"Le testimonianze raccolte, l’analisi dei sistemi di videosorveglianza, le successive attività di indagine dei carabinieri e i referti medici che hanno stabilito prognosi dai 30 ai 50 giorni per i feriti, hanno permesso agli inquirenti di risalire ai responsabili e di definire in modo più precisato le singole responsabilità". Tutti questi elementi hanno poi consentito alla Procura di Lecco di richiedere al Gip l’emissione di una ordinanza di custodia cautelare. "Due dei tre responsabili sono stati rintracciati dai carabinieri e già condotti in carcere".

Gli altri episodi violenti tra Brivio e Olginate

Il grave episodio avvenuto a Olgiate Molgora si unisce ad altri crimini violenti commessi di recente sempre nella Brianza lecchese, e illustrati nell'incontro di oggi al Comando provinciale dei carabinieri. I militari e la procura hanno infatti assicurato alla giustizia anche il 59enne comasco che poco tempo fa a Brivio aveva sparato a un collega autotrasportatore per futili motivi ferendolo a un braccio: ora si trova agli arresti domiciliari. È stato invece trasferito in carcere in attesa di processo il 33enne italiano accusato di danneggiamenti e rapina in un bar di Olginate, l'uomo aveva già compiuto un furto su una macchina sempre nella stessa zona.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenta rissa in zona stazione a colpi di machete: individuati i responsabili

LeccoToday è in caricamento