rotate-mobile
Sabato, 20 Aprile 2024
la storia

Senza una zampa, con due fratturate, lo lasciano sui binari: ma il povero Thomas è salvo

Il cane è giunto dalla Sicilia in condizioni disperate, ma i volontari del Vecchio Faggio se ne sono presi cura per la riabilitazione dopo l'intervento. Ora si cerca una famiglia che possa accudirlo, "altrimenti resterà con noi"

Con ogni probabilità qualche essere disumano lo voleva uccidere nella maniera più brutale, lasciando che il treno lo travolgesse a seguito di gravi lesioni e ferite. Il povero Thomas si è però aggrappato alla vita con tutte le sue forze, è rinato grazie a persone che si sono prese cura di lui e ora cerca una famiglia che gli consenta di condurre un'esistenza il più possibile serena. Perché di voglia vivere, a soli tre anni, ne ha ancora tanta.

Thomas è un incrocio di labrador che i volontari dell'associazione onlus Il Vecchio Faggio di Castelmarte, a una manciata di chilometri dal confine tra le province di Como e Lecco, hanno strappato alla morte. È lo stesso presidente Vincenzo Toscano a raccontarne la triste storia.

Il cane Thomas (1)

"Thomas arriva da un canile di Marsala, in Sicilia, dove è stato ritrovato vicino alle rotaie. Aveva una zampa amputata, quella anteriore sinistra, e le due posterori erano fratturate - racconta a Leccotoday - È stato operato e ha fatto due mesi di gabbia, ma era diventato uno scheletro perché non gli è stata fatta svolgere la necessaria riabilitazione".

"Siamo sicuri che volessero finirlo"

Il Vecchio Faggio si è preso l'onere del trasporto di Thomas e lo ha curato qui. "In un mese si è rimesso in salute - prosegue Toscano - A breve lo sottoporremo alle lastre per vedere come si sistemano le due zampe posteriori. Siamo sicuri che sia stato buttato già in queste condizioni sui binari, sperando che il treno lo finisse. Senza dubbio è stato vittima di violenze e maltrattamenti".

I volontari cercano una famiglia che possa prendersi cura del cagnolino, che ha tre anni e pesa 25 chili. "Cerchiamo un persona che abbia a cuore la sua sorte perché, con le fratture avute, Thomas avrà sempre dolore e ci vuole lo spirito giusto per condurlo. Possibilmente con un giardino. Con un umano giusto, anche lui potrà vivere bene la sua vita. Altrimenti saremo ben lieti di tenerlo qui con noi". 

Chi fosse interessato a candidarsi può contattare lo stesso Vincenzo Toscano al numero 3663391531 oppure all'indirizzo mail ilvecchiofaggioonlus@yahoo.com.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Senza una zampa, con due fratturate, lo lasciano sui binari: ma il povero Thomas è salvo

LeccoToday è in caricamento