menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le attuali condizioni del cantiere a Parè

Le attuali condizioni del cantiere a Parè

Valmadrera: slitta l'apertura della nuova strada di Parè. Taglio del nastro a maggio

Servirà del tempo extra per terminare lo spostamento dell'asse viabilistico, che creerà una grande zona pedonale e consentirà la creazione di un parco urbano

Slitterà di qualche giorno, intorno al 15 maggio, l'apertura della nuova strada di Parè, frazione di Valmadrera. Per essere più corretti, i lavori attualmente in corso in città vengono effettuato per permettere lo spostamento dell'asse viario della Strada Provinciale 583, che conduce verso Bellagio. Il secondo lotto, che si aggiunge a quello già terminato del "Pratone di Parè", doveva essere ultimato entro la fine di aprile, a un anno esatto dal precedente taglio del nastro.

Qualche intoppo e il meteo inclemente, stabilizzatosi solo in questo periodo, hanno costretto a spostare la consegna dei lavori circa due settimane più in là, con la possibilità che questo avvenga anche qualche giorno prima rusoetti alla nuova data; «sicuramente non oltre», come ci ha spiegato l'assessore ai lavori pubblici Giampietro Tentori.

Come spiegato in precedenza, una volta aperta la nuova strada cambierà il volto della frazione valmadrerese, oggi tagliata in due dalla congiunzione con via Parini: la zona verrà unificata, con la realizzazione di un nuovo parco urbano e, più in generale, di una zona esclusivamente pedonale a poche settimane dall'inizio della stagione estiva.

«La progettazione del parco urbano e del posteggio (terzo lotto, ndr) sta proseguendo, mentre il quarto lotto, non di nostra competenza diretta, riguarda la creazione del chiosco che dovrà servire gli utenti. L'intervento dovrà però essere privato, vedremo il da farsi», spiegò allora l'assessore Tentori.

La nuova viabilità aggirerà il centro velico e l'attuale parcheggio e s'incrocerà con viale Promessi Sposi. Spostato anche il "taglio" nell'aiuola che incrocia via Parè e via Sotto il Monte. L’opera, costata poco meno di un milione di euro, è stata assegnata ad una ditta di Borgomanero e, successivamente, subappaltata alla Cerri di Talamona, la stessa che ha già realizzato i lavori effettuati al "Pratone".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento