menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Refugees Not Welcome": Forza Nuova torna alla carica con nuovi striscioni

Le foto

Nella serata di martedì 25 luglio i militanti di Forza Nuova Lecco hanno affisso diversi striscioni in tutta la provincia di Lecco. L'iniziativa segue quella già presa nel settembre 2016, in concomitanza con i terremoti che hanno devastato il centro italia. Lo fanno "per contrastare il business dell'immigrazione e per ricordare la forte presenza del movimento sul territorio."

In zona ex ASL a Calolziocorte i militanti lecchesi hanno affisso uno striscione riportante la scritta "ASL GRATIS AGLI IMMIGRATI, ITALIANI SEMPRE BASTONATI" per una ormai possibile accoglienza di nuovi finti profughi nella struttura. In zona asilo a Malgrate è stato affisso uno striscione riportante il nostro messaggio più volte esposto in questi mesi in tutta Italia "REEFUGES NOT WELCOME" in seguito alla collocazione di altri finti profughi nella vicina ex area Moroni.

Ai Piani dei Resinelli i militanti forzanovisti lecchesi hanno affisso uno striscione riportante la scritta "FERMIAMO L'INVASIONE" in vista di un ormai certo arrivo di altri finti profughi in tale zona. Infine a Pescate i militanti hanno affisso un quarto striscione riportante la scritta "ONORE AL SINDACO DI PESCATE, L'IMMIGRAZIONE UCCIDE" per esprimere la propria solidarietà e tutto il proprio supporto al sindaco Dante De Capitani che ha avuto il coraggio di rifiutare la proposta di inserire ed ospitare immigrati a Pescate dimostrando di tenere alla sicurezza dei propri cittadini.

"La sezione di Forza Nuova Lecco - si legge in una nota - ribadisce quindi la propria posizione su questo business dell'immigrazione che continua a portare finti profughi nel nostro paese e sul nostro territorio facendo ingrassare quelle famose cooperative che ormai da molti anni continuano a guadagnare denaro sulle spalle degli Italiani e politici buonisti annessi.  Forza Nuova, come il sindaco De Capitani, è sempre pronta a scendere in piazza per fare le barricate e per fermare questo scempio che continua a distruggere e a consumare il popolo Italiano. Invitiamo tutti i Sindaci della provincia di Lecco ad interessarsi ed investire le loro energie per i NOSTRI ANZIANI, i NOSTRI GIOVANI e rispedire a Roma, cioè al mittente, questi immigrati o "risorse" o finti profughi!"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento