menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Rivali Livì Santambrogio Procopio Vitali

Rivali Livì Santambrogio Procopio Vitali

700 studenti a lezione con lo scrittore Vitali e il poeta Rivali

Settecento studenti hanno partecipato, venerdì mattina 21 novembre, al seminario introduttivo della prima edizione del "Concorso letterario Eugenio Corti", promosso dalla Fondazione Costruiamo il Futuro, che si è svolto nell'auditorium della BCC a Carate Brianza.

I ragazzi hanno potuto ascoltare la testimonianza e dialogare con il noto scrittore Andrea Vitali e il poeta Alessandro Rivali, intervistati dal giornalista Giovanni Santambrogio. La parte più storica e riferita allo scrittore Eugenio Corti è stata trattata da Francoise Livì professore emerito alla Sorbona di Parigi.

Gli studenti, provenienti da 21 istituti secondari di secondo grado delle province di Lecco e Monza e Brianza, hanno seguito con molta attenzione le esperienze di  scrittura dei due relatori. Particolare interesse ha suscitato l’intervento di Vitali che, da circa un anno, ha lasciato la professione di medico di base per seguire una comunità di malati psichici.

“Un personaggio nasce dall’osservazione dell’ordinario – ha detto lo scrittore bellanese Vitali– per trent’anni ho avuto sottomano una fetta di umanità che ho osservato da medico. Senza l’ambulatorio alcuni dei miei personaggi non sarebbero mai nati. Quando scrivo non sono fedele alla realtà, ma è da lì che parte lo stimolo. Il mio obiettivo è solo raccontare, non fornire indicazioni etiche ma, se posso darvi un consiglio, ragazzi, mollate un po’ il cellulare e prendete in mano la penna”.

Per il poeta Rivali, che ha suscitando grande simpatia tra i ragazzi, esperienza opposta con grande attenzione e attinenza alla realtà. Dopo aver raccontato come si è avvicinato alla poesia ha invitato gli studenti a leggere la grande letteratura: “Un ’esperienza che ti migliora e può cambiarti la vita”. Al termine della lezione i ragazzi hanno posto svariate domande ai relatori.

Ora toccherà agli studenti iniziare a lavorare alla preparazione degli eleborati che dovranno essere consegnati alla Fondazione Costruiamo il Futuro entro metà gennaio. I ragazzi potranno presentare ai giurati del concorso letterario, dal tema“Cerco una storia”, elaborati di gruppo, realizzando una mostra, un elaborato musicale o un cortometraggio, oppure singolarmente presentando una poesia o un racconto breve.

Gli studenti che realizzeranno gli elaborati più meritevoli riceveranno premi in denaro per le scuole di appartenenza (da utilizzarsi per attività formative o acquisto di materiale didattico) e la possibilità di pubblicare i propri lavori.

La cerimonia di premiazione della prima edizione del Premio “Eugenio Corti” si terrà a febbraio del prossimo anno. Il Premio vuole essere un'occasione per gli studenti di avvicinarsi al mondo della narrativa e della letteratura attraverso la scrittura. Inoltre intende rendere omaggio allo scrittore di Besana Brianza, Eugenio Corti, scomparso lo scorso 4 febbraio.

Il progetto è promosso in collaborazione con Ares Edizioni e Associazione "Eugenio Corti" e con il Patrocinio di Università Cattolica del Sacro Cuore, Veneranda Biblioteca Ambrosiana di Milano, Associazione Culturale Internazionale “Eugenio Corti”, Fondazione Il Cavallo rosso, Regione Lombardia, Provincia di Monza e Brianza e Provincia di Lecco.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Attualità

Verso il nuovo Dpcm del governo Draghi: ecco cosa cambierà

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento