rotate-mobile
Giovedì, 22 Febbraio 2024
Allucinante

Stupra una ragazza e la costringe a prostituirsi in strada: arrestato

L'uomo è stato ammanettato dopo dieci anni dai carabinieri

Per anni ha sfruttato e seviziato una connazionale. La donna, arrivata in Italia per lavorare come badante, è stata invece costretta a prostituirsi sulle strade della provincia di Lecco. La giovane è riuscita a scappare e a denunciare il trattamento subìto, ma lui, un 40enne di nazionalità rumena, ha fatto perdere le tracce prima di essere identificato e arrestato al confine dai Carabinieri. I fatti risalgono a un periodo compreso tra gennaio 2012 e giugno 2013 e sono avvenuti nella zona della provincia di Monza e Brianza. 

Le torture con il bicchiere incandescente

Spaventosi, secondo quanto riferito dai colleghi di TriestePrima.it, gli abusi subiti dalla giovane donna: quando il ricavo delle sue nottate era scarso, veniva picchiata e obbligata a subire rapporti sessuali. Alle botte seguivano anche le sevizie che venivano perpetrate con un fondo di bicchiere incandescente che le provocava dolorose ustioni sulla schiena.

La pattuglia dei Carabinieri di Prosecco, impegnata con la Radiomobile di Aurisina nei controlli di retrovalico, ha rintracciato pochi giorni fa l'uomo, ricercato perché deve scontare 1 anno e 8 giorni dopo la condanna per sfruttamento della prostituzione, sequestro di persona e violenza sessuale aggravata. L'uomo si trova ora al carcere del Coroneo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stupra una ragazza e la costringe a prostituirsi in strada: arrestato

LeccoToday è in caricamento