Arresto cardiaco dopo immersione: 48enne salvata col defibrillatore

Il malore questa mattina sulle rive del lago al Moregallo: la donna è stata trasportata al Manzoni in gravi condizioni

(Foto di repertorio)

Ha rischiato la vita la sub che questa mattina, poco dopo le 11, è rimasta vittima di un grave malore al moregallo. La donna, 48 anni, si è immersa nelle acque del lago, ma quando è riemersa è stata colta da un arresto cardiaco ed è stata salvata sul posto dai soccorritori dopo l'intervento col defibrillatore.

Moregallo: sommozzatori in azione nella notte per un bagnante non riemerso dal lago

Sono stati i compagni di immersione ad allertare i soccorsi: sulle rive del lago sono giunte le ambulanze del Soccorso degli Alpini di Mandello e della Croce rossa di Valmadrera, con l'appoggio di un mezzo specialistico dell'Aat Lecco. In un primo momento è stato fatto alzare in volo l'elisoccorso da Milano, che però non ha caricato la paziente, trasportata via terra all'ospedale Manzoni in codice rosso. Le sue condizioni, da quanto appreso, sarebbero comunque gravi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Covid: a San Girolamo chiese chiuse e Padri Somaschi in quarantena

  • Oggi a Villa San Carlo i funerali Ugo Gilardi, «Un ragazzo d'oro»

  • Lecco si sveglia in zona arancione: ecco cosa cambia dalla "rossa"

  • Regione Lombardia, Fontana conferma: «Da domenica saremo in "zona arancione". No al "liberi tutti"»

  • Lombardia, Fontana annuncia: «Siamo in zona arancione, a breve la decisione del governo». Cosa cambia

  • Furgone si ribalta all'interno di una galleria: lunghe code sulla Statale 36, chiuso il tratto di Perledo

Torna su
LeccoToday è in caricamento