menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Anche a Lecco "Tagliatelle in piedi" per dire no all'omofobia

L'associazione Renzo e Lucio in collaborazione con la Chiesa Pastafariana Italiana, ha organizzato nel pomeriggio di oggi, sabato 21 marzo, in piazza Garibaldi a Lecco, una manifestazione attiva contro l'intolleranza e la discriminazione denominata "Tagliatelle in piedi".

Le "Tagliatelle in Piedi", manifestazione attiva contro l’intolleranza e la discriminazione, è stata organizzata oggi, sabato 21 marzo, dall'associazione Renzo e Lucio in collaborazione con la Chiesa Pastafariana Italiana, sono scese in piazza Garibaldi a Lecco per mangiare pacificamente il proprio piatto di pasta, simbolo della tolleranza e della convivenza pacifica.

Le "Tagliatelle in piedi" manifestano in un religioso ed allegro baccano per ribadire che le tagliatelle ognuno le mangia come vuole, e nessuno può giudicare il condimento degli altri. Nessun piatto di tagliatelle ha cattivo gusto o è malato e nessuno può giudicare quale sia il vero condimento che risponde alla vera tradizione della grande cucina italiana. Nessuno, neppure Masterchef,  può impedire ad un piatto di tagliatelle di non avere il Diritto di essere considerato un primo piatto come tutti gli altri.

“Vogliamo affermare - spiegano gli organizzatori - che esistono vari condimenti e tutti sono dignitosi e degni di rispetto sulla sana tavola laica. Non è vero, nonostante qualcuno lo sostenga, che il piatto tradizionale della cucina italiana sono solo le tagliatelle al ragù, esistono anche le tagliatelle alla panna, addirittura a qualcuno piace anche panna e funghi.”

"Chiunque condivida idee di libertà e di rispetto per i gusti di tutti, e della persona umana, è invitato in piazza a mangiare con noi le tagliatelle con il condimento che preferisce. I commensali porteranno da casa le loro tagliatelle cucinate con il condimento che
preferisco ed insieme faremo le” tagliatelle in piedi” stando ciascuno ad un metro di distanza per far si che ogni condimento abbia la sua visibilità e dignità".

Per l'evento la Chiesa Pastafariana Italiana ha invitato i fedeli ad indossare per la cerimonia un colorato scolapasta in testa, sacro copricapo in testimonianza del Prodigioso Spaghetto Volante, creatore dell'universo, e dei suoi otto condimenti che guidano i fedeli nella tolleranza che li contraddistingue.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cosa si può fare in zona arancione: le nuove regole spiegate

social

"Lol chi ride è fuori": il programma è già diventato un tormentone

Attualità

Al via in Lombardia treni solo per passeggeri "Covid tested"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento