menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
All'ufficio turistico di piazza XX Settembre andranno 40mila euro

All'ufficio turistico di piazza XX Settembre andranno 40mila euro

Turismo, la tassa di soggiorno divide il Consiglio comunale

L'ex Sindaco Bodega chiede l'abolizione, ma la proposta non passa. In un anno guadagnati 30mila euro più del previsto, Lega Nord: solo 290 turisti al giorno nell'anno di Expo

Abolire la tassa di soggiorno: questa la richiesta presentatata dall'ex Sindaco Lorenzo Bodega durante la seduta del Consiglio comunale che si è svolta nella serata di ieri 21 dicembre.

A un anno di distanza dall'introduzione della tassa, entrata in vigore lo scorso gennaio, non si è spento il dibattito sulla sua applicazione: «Si tassa per dare dei servizi che oggi non ci sono» ha spiegato il leader di Destra per Lecco, appoggiato da Lega Nord e Forza Italia, chiedendo una revisione della norma per abolirla, oppure di alternativa di fissare obiettivi annuali da raggiungere per migliorare l'offerta ai turisti.
Proposta però bocciata dall'aula, anche a fronte dell'introito che grazie alla tassa di soggiorno è entrato nelle casse di Palazzo Bovara: si parla, infatti, di circa 159mila euro, ben 30mila euro in più rispetto alle previsioni. Il Consiglio ha invece dibattuto sulla modifica al regolamento sulle dichiarazioni e i versamenti della tassa da parte degli operatori turistici: proprio questi ultimi, infatti, nelle scorse settimane avevano avanzato una richiesta di semplificazione burocratica. 

La cifra "guadagnata" dal Comune non ha però entusiasmato la Lega nord, con i consiglieri che hanno sottolineato come quei 30mila euro di avanzo si traducano, in numero, in una media di 290 presenze al giorno nell'anno di Expo, che avrebbe dovuto portare un maggior numero di turisti in città. Dal Nuovo centrodestra, invece, è arrivata la richiesta di concretezza nell'utilizzo degli introiti.

Proprio di questi ha poi parlato il Vicesindaco e Assessore al bilancio Francesca Bonacina, che ha spiegato come 80mila euro sono stati destinati alla navigazione e all'aumento delle corse dei battelli sul lago, mente i restanti 40mila andranno all'ufficio turistico di piazza XX Settembre. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento