menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Telecamere in stazione: la proposta di Zamperini

Zamperini:"La gente deve percepire il riscorso all'occhio elettronico negli accessi alla ztl come un dissuasore e non come un mezzo per fare cassa"

Di seguito pubblichiamo la proposta (presentata ad aprile) di Giacomo Zamperini (FDI-AN) per chiedere 15 minuti di tolleranza sulle telecamere ztl che presto verranno installate in stazione. 

Zamperini commenta così: "Dopo i ricorsi di v. Balicco, la gente deve percepire il riscorso all'occhio elettronico negli accessi alla ztl come un dissuasore e non come un mezzo per fare cassa. Chi entra erroneamente oppure per accompagnare amici/parenti ai treni non può e non deve essere multato. Questo risolverebbe anche la paradossale sosta vietata che ormai blocca tutta la zona di fronte al municipio". 

Tolleranza sugli orari di ingresso nella ZTL della stazione ferroviaria in piazza Lega Lombarda
Premesso che: con la deliberazione di Giunta n.44 del 20-03-2014 viene estesa la ZTL di v. Balicco anche alla stazione ferroviaria di piazza Lega Lombarda nella così detta “zona Centro”; 

Apprendiamo da alcuni organi di stampa che l’intenzione della giunta comunale è quella di avvalersi dell’utilizzo di telecamera per sanzionare i trasgressori del divieto di transito in ZTL;

La salvaguardia del turismo nella nostra città deve maggiormente essere tutelata in tempo di crisi economica e sociale. Infatti, non possiamo permettere che la mancanza di attenzione in questo senso, scoraggino nuovi investimenti o, peggio ancora, portino alla chiusura di attività attualmente operanti.

La stazione ferroviaria delle città capoluogo costituisce punto nevralgico per il trasporto e per la mobilità dei cittadini. Maggiore attenzione deve essere tenuta nei confronti di quelle categorie con difficoltà totale o parziale di movimento come diversamente abili e anziani.
Chiaramente non è intenzione di nessuno tornare alla situazione precedente dove piazza Lega Lombarda era di fatto diventata un parcheggio abusivo e senza regole che, per via dei numerosi capolinea, creava disagi alla circolazione degli autobus oltre che delle macchine.

Apprezziamo l’intenzione di sospendere il controllo dei varchi ZTL con le telecamere dalle ore 21 alle ore 7, anche in ragione dei numerosi episodi di violenza che si sono registrati proprio nelle vicinanza di piazza Lega Lombarda durante gli ultimi mesi. Infatti, considerando il pericolo evidente, sarebbe stato impossibile chiedere ad un genitore di non poter recuperare il proprio figlio negli orari serali e notturni.

Visto: la deliberazione di Giunta n.44 del 20-03-2014.
Il comma 9 art.7 delle norme sulla circolazione stradale approvate con D.Lgs. n.285 del 30 aprile 1992 e successive modifiche ed integrazioni.
L’art.107 comma 2 del T.U. delle Leggi sull’Ordinamento degli Enti Locali, D.Lgs. n.267 del 18-08-2000.

Considerato che: molti cittadini, specialmente i turisti, cadrebbero facilmente vittime di sanzioni entrando nella ZTL erroneamente, anche solo con l’intento di girare la macchina alla rotonda o di chiedere informazioni.

Nelle stragrande maggioranza delle altre grandi città, la stazione ferroviaria e l’aereoporto garantiscono gratuitamente quantomeno l’ingresso dei veicoli fino all’entrata, per favorire il carico e scarico di passeggeri con relativi bagagli.

L’istituzione di strumenti per il controllo del traffico e dei varchi ZTL come le telecamere deve essere intesa con finalità preventive e, in alcun caso, le telecamere possono essere strumenti per reperire, attraverso le sanzioni pecuniarie, facili risorse economiche.
Preso atto che: non esiste un’alternativa di sosta valida per coloro che devono accompagnare amici e familiari a prendere il treno. Infatti, spesso si è costretti ad utilizzare altre aree di sosta vietata nell’attesa del passeggero solo per necessità e senza cattive intenzioni.

Facendo salve le deroghe dalle sanzioni per coloro che sono muniti di apposito contrassegno, non è immaginabile che un diversamente abile oppure un anziano non residenti debbano arrivare a piedi nel parcheggio di piazza Sassi.
Nella nuova sistemazione del parcheggio di piazza Sassi sono scomparsi molti posti per i motocicli e non sono presenti rastrelliere per le biciclette.

Il consiglio comunale di Lecco impegna il sindaco e la giunta:

Ad adoperarsi per creare nuove rastrelliere per le biciclette e ripristinare i parcheggi per i motocicli essendo entrambi necessari ai pendolari e molto utilizzati.

Ad adoperarsi per regolare le telecamere affinchè possano registrare sia l’ingresso che l’uscita degli autoveicoli, permettendo così di non incorrere nella sanzione amministrativa a chi entra nella ZTL per errore oppure solo per accompagnare o venire a prendere un passeggero all’entrata della stazione. Una soglia di tolleranza di 15 minuti entro i quali la sanzione amministrativa non potrà essere comminata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento