menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La copertina del romanzo "Deathpoint" di Stefano Bolotta

La copertina del romanzo "Deathpoint" di Stefano Bolotta

Tennis e fantascienza: "Deathpoint", un romanzo che scuote le coscienze e appassiona

Nell'esordio narrativo del giornalista lecchese Stefano Bolotta una visione futuribile del mondo, ormai inquinato dal progresso, e avvincenti storie di sport

Una realtà futuribile e moralmente corrotta dai progressi tecnologici, cui fa da contraltare un mondo surreale spoglio e genuino.

Si intitola "Deathpoint" il romanzo d'esordio di Stefano Bolotta, 36enne giornalista lecchese. Una fatica letteraria originale e complessa, edita con Youcanprint e disponibile da qualche settimana in formato cartaceo e in ebook.

Bolotta descrive con lungimirante fantasia un futuro non troppo lontano, il 2050, ambientando la storia fra gli Stati Uniti, divenuti Ex Repubblica oligarchica d'America, l'Europa e un mondo immaginario. Narra le vicende di Jack Muffin, tennista dallo sconfinato talento ma dal carattere bizzoso, che si troverà a compiere un viaggio straordinario in cerca di un riscatto; e di Matt Porter, politico e rappresentante dei Circoli del libero pensiero e commercio, associazione che alla fine degli anni Trenta ha ripristinato, non senza versare sangue, la democrazia nell'Ex Repubblica oligarchica d'America. 

L'autore disegna un futuro totalmente inquinato dalle telecomunicazioni, penetrate ormai nel dna degli uomini; in questo contesto sociale, una nuova minaccia oligarchica si profila all'orizzonte. Porter lotterà insieme a un manipolo di idealisti per mantenere la democrazia nel Paese, Jack Muffin invece per conoscere meglio se stesso e rivalutare gli sciagurati errori compiuti nei suoi ventiquattro anni di vita.

Se questa è, in estrema sintesi, la trama di "Deathpoint", difficile è descrivere le suggestive traiettorie che portano Bolotta a sviluppare le singole vicende dei personaggi (principali e minori) e, infine, a incastrarle con grande armonia.
Non mancano riferimenti sportivi per intenditori, non mancano storie d'amore complicate e rapporti tormentati, né immagini che riportano alla mente il nostro lago. 


Il romanzo è pubblicato con una piattaforma di self publishing e distribuito in tutti gli store così come ordinabile nelle librerie. Chi volesse saperne di più, o acquistare "Deathpoint", può visitare il blog dedicato all'indirizzo https://romanzodeathpoint.blogspot.it.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento