rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Cronaca

Progettavano attacchi terroristici in Italia, arrestati militanti dell'Isis

Nelle mire dei due luoghi simbolo del Paese come Roma e Milano, ma anche la Brianza

Non si limitavano a diffondere la parola di Al-Baghdadi e fare proselitismo in rete dal loro account Twitter: i due militanti delll'Isis arrestati a Brescia nelle prime ore del mattino di oggi 22 luglio pubblicavano foto dei possibili obiettivi dei loro attentati e, secondo la Polizia di Stato, erano pronti a mettere in pratica le minacce.

Le due persone sono state arrestate a Brescia dagli agenti di Milano nelle prime ore del mattino di oggi 22 luglio: le indagini, condotte dalla Digos e dalla polizia postale, hanno permesso di accertare come il 35enne tunisino e il 27enne pakistano svolgessero attività continuative di istigazione pubblica in rete.

Sarebbero loro le persone dietro l'account Twitter "Islamic_state_in_Rom" e i responsabili, secondo gli inquirenti, dei messaggi firmati "Islamic State" circolati in rete alla fine dello scorso aprile che riportavano bigliettini con messaggi in arabo, italiano e francese, fotografati con luoghi-simbolo italiani sullo sfondo, soprattutto a Milano e a Roma.

"Siamo nelle vostre strade. Siamo ovunque. Stiamo localizzando gli obiettivi": queste alcune delle frasi scritte sui bigliettini. Una fotografia, scattata sulla autostrada A4, mostra chiaramente anche lo svincolo per Trezzo sull'Adda, a pochi chilometri di distanza dalla Brianza lecchese.

Terrorismo, i tweet di minacce

La pericolosità della minaccia era stata presa "con le pinze" da qualcuno, ma secondo quanto accertato dalla polizia, l'Isis era davvero pronto a sbarcare in Italia, in Lombardia e in Brianza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Progettavano attacchi terroristici in Italia, arrestati militanti dell'Isis

LeccoToday è in caricamento