Terrorismo, individuato e rimpatriato egiziano in provincia di Monza e Brianza

Gli agenti della Questura di Milano erano da tempo sulle tracce del 44enne per contatti con soggetti ritenuti potenzialmente pericolosi

Foto di repertorio

Si torna a nominare la parola "terrorismo" nella vicina provincia di Monza e Brianza. Un cittadino egiziano di 44 anni, riportano i colleghi di MonzaToday, è stato infatti rintracciato dagli agenti della Questura di Milano ed espulso dall'Italia per questioni di sicurezza.

L'uomo, riferisce una nota del Viminale, era sotto la lente d'ingrandimento degli inquirenti da diverso tempo, per contatti con soggetti caratterizzati da profili radicali.

Il 44enne era già stato allontanato per questi motivi dall'Associazione islamica di Cremona e nel 2010 era stato espulso dal territorio francese perché protagonista di prediche inneggianti alla jihad e alla violenza contro il mondo occidentale. 

Lo scorso 30 gennaio il cittadino egiziano è stato bloccato e rimpatriato in Egitto con un volo dall'aeroporto di Malpensa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Giù le mani dalle mogli degli altri»: sui muri bellanesi insinuazioni contro il maresciallo

  • Lecco si sveglia in zona arancione: ecco cosa cambia dalla "rossa"

  • Lombardia in zona gialla? «Nel Lecchese interessati circa 1.400 esercizi commerciali»

  • De Capitani: «Il Dpcm sul Natale divide l'Italia in due. Voglio vedere chi avrà il coraggio di multare»

  • Coronavirus, il punto: calo drastico tra i contagiati nel Lecchese (+53) e i ricoverati negli ospedali

  • Giovani travolti da una piccola slavina sul Legnone: ora rischiano una multa salatissima

Torna su
LeccoToday è in caricamento