rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca Torre de' Busi / Via Sonna

Non c'è più rispetto neanche per i morti: raid al cimitero per rubare il rame

Scempio notturno e danni al camposanto di San Gottardo. Pronto intervento di sindaco e addetti per sistemare: "Non ci sono parole per commentare. Si devono solo vergognare"

Un raid notturno in piena regola al cimitero per rubare il rame, con danni alle tombe e uno scempio ancora più indegno perchè compiuto in un luogo sacro dove dovrebbe regnare il rispetto per i defunti. C'è rabbia e sconcerto a Torre De' Busi dove è appena stato compiuto un vandalismo in pieno regola, con tanto di furto di vasi e contenitori, al camposanto di via Sonna, a lato della strada provinciale che collega il comune della valle San Martino con Caprino Bergamasco. Ben dodici le tombe prese di mira, più un'altra decina di urne per la cremazione.

A scoprire la brutta sorpresa - uno scempio in parte ben visibile nella foto - è stata una signora che si era recata al cimitero per portare alcuni fiori. La donna ha subito avvisato il Comune: il sindaco Eleonora Ninkovic e l'addetto dei servizi cimiterali si sono subito attivati per le operazioni di pulizia e ripristino anche per ridare decoro al camposanto in vista del funerale che si è tenuto poco dopo.

Ventiquattro furti ai danni dello stesso bar nel Caloziese. "Come si può lavorare così?"

"Stamattina alcuni cittadini mi hanno segnalato quanto avvenuto nel Cimitero di San Gottardo e li ringrazio per la tempestiva segnalazione visto che poco dopo è stata tumulata la salma di una nostra nostra Concittadina - racconta Eleonora Ninkovic - Non riesco a esprimere un commento nei confronti di chi ha commesso un tale oltraggio alle tombe dei defunti per rubare i vasi di rame. Come siamo caduti in basso, quando non si rispettano nè i Vivi nè i Morti... anche i popoli più primitivi dell'antichità avevano il culto e il rispetto per i defunti. Ogni giorno leggiamo invece di atti vandalici ai danni di presepi o cimiteri. Vergognatevi!"  

Allertati anche i Carabinieri

Il sindaco ha poi voluto ringraziare "sentitamente il tecnico Gianni per il tempestivo intervento di sistemazione". Qualche volta in passato c'erano stati altri atti vandalici nella zona... "Ma mai di questo livello e mai con furti di rame, al massimo qualche fiore rubato - commenta infine il primo cittadino di Torre - Si tratta davvero di un fatto grave e senza senso che condanniamo con decisione". Eleonora Ninkovic ha quindi avvisato i Carabinieri che nella mattinata di oggi, sabato 8 gennaio, hanno raggiunto il paese per le verifiche del caso. Ora si cercherà di individuare i responsabili e nelle ricerche potrebbero tornare utili anche le immagini di telecamere e videosorveglianza presenti proprio lungo la strada provinciale che attraversa Torre De' Busi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non c'è più rispetto neanche per i morti: raid al cimitero per rubare il rame

LeccoToday è in caricamento