Maltempo, la situazione: ancora strade chiuse, torrenti sotto controllo. Ma si temono nuovi rovesci

Panoramica degli eventi più critici nel territorio: a Lecco un masso di un metro mezzo cade in strada a Rancio. A Bellano scongiurata in tarda serata l'evacuazione per il Pioverna

Il masso caduto a Rancio (Foto Matteo Bonacina/LeccoToday)

La pioggia ha ricominciato a scendere, seppure, fortunatamente, non con la stessa violenza del tardo pomeriggio di lunedì. Ma gli amministratori del territorio guardano al cielo con preoccupazione, consci delle previsioni che indicano un nuovo peggioramento del clima tra mercoledì e giovedì.

Dopo la furia degli eventi atmosferici, si contano i danni. E vengono monitorate le situazioni di maggiore criticità, in particolare gli smottamenti - che hanno reso necessaria la chiusura di alcune strade - e il livello delle acque dei torrenti. Il rischio idrogeologico, al momento, è superiore a quello idraulico.

Lecco: lavori in corso alla scuola di Germanedo

Decine le piante cadute nel capoluogo, dove però il problema principale è stato il distacco di un grosso masso, del diametro di un metro e mezzo, in Via Paradiso sulla strada che attraversa le varie baite costruite sotto il Monte San Martino, nel rione di Rancio. Se nella serata di lunedì il livello di Caldone e Gerenzone preoccupava, questa mattina è tornato ampiamente sotto la soglia di guardia. Fondamentale, come per tutti i torrenti nel territorio, sarà l'andamento pluviometrico delle prossime ore. Via Garabuso - chiusa per le conseguenze del maltempo di ieri - risulta ora essere stata riaperta, così come via Ghislanzoni e via Visconti.

«La cosa più importante è che non ci siano stati feriti, sia in aree pubbliche sia private - spiega il primo cittadino Virginio Brivio - Penso ad esempio alla gru crollata in via Visconti che avrebbe potuto creare gravi danni. Sui torrenti la fase critica si è vissuta lunedì sera con lo straripamento del Caldone che ha reso necessaria la chiusura di Via Carlo Porta. Ora invece la situazione è nella norma. Stiamo sistemando la scuola di Germanedo per un problema dei deflussi delle acque. Il problema principale è stata la devastazione degli alberi, nella prima ondata di lunedì alle 17 e in quella della serata».

A Bellano sperimentato il "Com". Smottamento a Vendrogno

Una delle situazioni di maggiore criticità lunedì sera si è vissuta a Bellano, dove il Pioverna è arrivato al limite della soglia di sicurezza. «La Protezione civile ha allertato i residenti delle zone limitrofe agli argini, come previsto dal Com, il piano di emergenza comunale che ha funzionato benissimo - spiega il vicesindaco Thomas Denti - In caso di ulteriore peggioramento, si sarebbe provveduto con l'evacuazione. Per fortuna intorno alle 23 il livello dell'acqua è sceso e non ce n'è stato bisogno. I volontari, insieme ai tecnici del Comune e ai Carabinieri, sono rimasti tutta la notte a monitorare non solo il Pioverna ma anche il ponte della ferrovia e l'Orrido, dove l'acqua ha quasi invaso la passerella».

A Vendrogno un piccolo smottamento, con materiale terroso e alberi, ha reso necessaria la chiusura della strada tra Sarnico e Mornico.

Mandello: funziona la prevenzione sul Meria

A Mandello la situazione è sotto controllo, anche in virtù del grande lavoro di prevenzione svolto nelle scorse settimane. «La pulizia dell'alveo del torrente Meria ha consentito di non avere grosse criticità - commenta il comandante della Polizia locale Mario Modica - Nella serata di lunedì sono state sufficienti le risorse locali, Protezione civile, tecnici comunali e lo stesso sindaco Riccardo Fasoli, impegnati a spalare e rimuovere le piante sradicate dal vento. Il deflusso delle acque è stato ottimo e al momento il Meria non presenta problematiche».

Oliveto: Vassena in parte al buio ma viabilità ok

Situazione in miglioramento anche a Oliveto Lario, dove resta chiusa solo la strada per Valbrona «ma già prima degli eventi di lunedì - spiega il sindaco Bruno Polti - Nel pomeriggio di ieri i nostri uomini, guidati dal vicesindaco, si sono impegnati a rimuovere i tronchi in diversi punti del territorio comunale e nel giro di tre ore la viabilità è stata ripristinata e garantita. I problemi principali si sono riscontrati a Vassena dove una casa è stata scoperchiata dal forte vento; i Vigili del fuoco hanno provveduto alla messa in sicurezza intorno a mezzanotte. Manca ancora la luce nella parte nord di Vassena, purtroppo l'Enel è subissata di richieste. Ho riscontrato personalmente la pericolosità, per allagamenti, della galleria verso Parè. Sono comunque contento di come sia stata gestita l'emergenza, tutti si sono attivati facendo il possibile. Poteva andare molto peggio».

Valmadrera: resta chiusa la strada alla Rocca

A Valmadrera sin dalle prime ore del mattino del 29 ottobre è stata convocata l'Unità di crisi prevista dal Piano di emergenza comunale - con il coordinatore di Protezione civile Luca Stanzione e l'assessore Giampietro Tentori - che ha subito deciso di chiudere la scuola primaria Leopardi. Numerose piante crollate per strada sono state rimosse dai volontari di Protezione civile. La strada per la Rocca rimane attualmente chiusa. Il torrente San Antonio è esondato in Piazza Fontana trasportando in strada detriti che nei prossimi giorni saranno rimossi. 

«Sono in corso sopralluoghi per verificare la possibilità di riaprire le strade chiuse o ordinare ulteriori interventi di messa in sicurezza», spiega il sindaco Donatella Crippa.

Galbiate: Vignola "off limits" fino a martedì sera

La strada Provinciale 60 a Vignola, frazione di Galbiate, continua a essere chiusa a causa dello smottamento avvenuto due giorni fa, peggiorato dalle forti piogge di lunedì. «Siamo rimasti a lavorare fino a mezzanotte con due escavatori e cinque uomini - ci spiega il sindaco Tino Negri - Purtroppo oggi ricomincia a piovere. Se tutto andasse bene, la strada riaprirebbe entro domani sera ma sarà una valutazione della Provincia di Lecco. Nel nostro territorio non ci sono altri fronti aperti».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Valle San Martino e Olginatese: tutte le criticità

Alcune zone nel territorio sono ancora senza energia elettrica, in particolare in Brianza - Colle, Paderno d'Adda - e anche alcune località di Lierna e in Valsassina. Lario Reti Holding sta facendo il possibile, con Enel, per garantire anche la fornitura del servizio idrico. Sempre in Brianza, chiusa la Provinciale 51 a Barzanò nel tratto compreso fra l'intersezione con Via Roma e quella con Via Manara.

Le nostre gallery fotografiche

29/10 Il nubifragio e gli alberi sradicati

30/10 I danni nel "day after"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sesso in barca sul lago di Como, il video diventa virale

  • Infermiere accoltellato dalla figlia in Valtellina: è grave e ricoverato a Lecco

  • Lombardia, nuova ordinanza regionale: mascherina all'aperto se non è garantito il distanziamento. Novità per trasporti e celebrazioni religiose

  • Sub lecchese travolto e ucciso da un motoscafo in Sardegna

  • Bici travolge una passante in centro Calolzio, intervento d'urgenza dei soccorsi

  • Lega, aperta la sede elettorale: «Grattaculi in Comune non ne vogliamo. Con il centrosinistra si torna indietro»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento