«Se non ci paghi, ti picchiamo e ti roviniamo»: arrestati prostituta e il presunto marito

Minacce fisiche e morali a un quarantenne lecchese: «Diciamo tutto ai tuoi famigliari». La transessuale Silvana e l'uomo che si spacciava per consorte sono stati ammanettati dai carabinieri della compagnia di Lecco

Nei giorni scorsi, i Carabinieri del Comando Provinciale di Lecco hanno arrestato Luis Alberto Albino Giraldo, 40enne, originario del Perù, e Marian Ovidiu Chiparca, 30enne, originario della Romania, entrambi residenti in Milano, per estorsione continuata in concorso. 

Blitz della Polizia a Calco: scoperta casa di appuntamenti 

Le indagini dei carabinieri dopo la denuncia

Le indagini svolte dai militari del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo, scaturite in seguito alla denuncia presentata da un 41enne residente in provincia di Lecco, hanno fatto emergere  le responsabilità di Albino Giraldo, comunemente chiamato Silvana, transessuale dedito alla prostituzione nella vicina provincia di Como, che, dopo alcuni incontri sessuali avuti con il denunciante in cui quest'ultimo faceva anche uso di sostanza stupefacente, pretendeva il pagamento di svariate migliaia di euro, minacciando, unitamente a Chiparca, indicato come suo marito, gravi conseguenze sia sul piano fisico sia quello strettamente morale, rivelando la natura dei rapporti sessuali ai familiari del denunciante.

Sesso con ragazzine. Lecchese agli arresti domiciliari per prostituzione minorile

Gli arresti avvenuti a metà marzo

L’attività, coordinata dalla Procura della Repubblica di Como, supportata da intercettazioni e mirati servizi di osservazione, controllo e pedinamento sul territorio ha consentito agli investigatori, l’11 marzo 2019 nel territorio comunale d'Inverigo, di procedere con l’arresto in flagranza di reato di Luis Alberto Albino Giraldo (Silvana), sorpreso mentre riceveva dalla vittima l'ingente somma di quattromila e cinquecento euro; l'15 marzo di richiedere all’Autorità Giudiziaria di Como il provvedimento di arresto anche per il marito (Chiparca), emesso dal Gip del Tribunale di Como ed eseguito dai carabinieri nelle prime ore del giorno; infine, di far emergere altri casi non ancora denunciati.

Gli arrestati sono stati associati presso le Case Circondariali di Como e Milano, a disposizione della competente Autorità Giudiziaria. 

Estorsioni mafiose nel Lecchese: in sei anni aumento del 60% 

Potrebbe interessarti

  • Dormire bene e svegliarsi di buon umore: ecco alcuni consigli

  • Caldo in auto: come difendersi

  • WhatsApp: ecco come nascondere lo Stato solo ad alcuni contatti

  • Piscine interrate: costi e tempi di realizzazione

I più letti della settimana

  • Statale 36: ribaltamento nella galleria San Martino, lunghe code in uscita da Lecco

  • Vendeva vestiti contraffatti provenienti dalla Cina: sequestrate casa e auto a una lecchese

  • Trovato senza sensi sulla statale Regina: grave ciclista lecchese

  • Vandali sulla ciclopedonale. Il sindaco: «Tolgo la residenza a loro e ai genitori»

  • Nameless, ufficializzato il cambio di location: il festival si trasferisce ad Annone Brianza

  • Beccato a spacciare vicino a un locale notturno: giovane punito con il primo daspo urbano della provincia

Torna su
LeccoToday è in caricamento