menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Treno investe cervo, disagi alla circolazione ferroviaria sulla tratta Sondrio-Lecco

L'incidente è avvenuto tra le stazioni di Lierna e Mandello. Bus sostitutivi da parte di Trenord per trasportare i pendolari fino al capoluogo

Treno investe cervo, la circolazione ferroviaria sulla Tirano-Sondrio-Lecco-Milano va in tilt. Questa mattina il treno 2813, partito alle 5.31 da Sondrio e diretto a Milano Centrale, ha accidentalmente travolto l'animale nella sua corsa lungo i binari tra le stazioni di Lierna e Mandello.

La sala operativa di Trenord ha subito sospeso la circolazione, mettendo in atto limitazioni necessarie a riprogrammare il servizio. Le corse interessate dai disagi sono state almeno cinque: la 10313 (Sondrio 5.51-Lecco 7.45), 2815 (Tirano 6.12-Milano Centrale 8.40), 10315 (Sondrio 6.51-Lecco 8.45), 2895 (Colico 6.09-Milano Centrale 8.07); 2812 (Milano Centrale 6.20-Tirano 8.52).

Per far fronte ai disagi che hanno interessato i pendolari, Trenord ha prontamente allestito due bus sostitutivi attivi dalle ore 8 fra Lierna e Lecco e da Mandello a Lecco. Il ripristino della circolazione è avvenuto proprio intorno alle 8.

«No ai tagli sulle corse»

La notizia, oltre a suscitare dispiacere per il povero cervo ucciso nell'incidente, ha causato disagi ai pendolari, costretti già a far fronte a una situazione difficile, esasperata dagli effetti della pandemia.

«Al netto dei disagi causati da un incidente fortuito come l'investimento del cervo - commenta Francesco Ninno, del Comitato pendolari del Meratese - non siamo d'accordo con la recente politica di Trenord. Siccome diminuiscono gli utenti vise le restrizioni dovute alla pandemia, vengono tagliate corse. Chiediamo che almeno siano lasciate intatte quelle attuali. Tanti rappresentanti dei viaggiatori vogliono un certo numero di carrozze e il distanziamento, ma per noi la priorità è un'altra: non possiamo accettare che vengano tagliate le corse, tra un anno tra un anno la situazione dovrebbe tornare alla normalità e comunque non tutti potranno continuare con lo smart working a lungo. Poi la Regione dovrà dirci cosa vorrà fare con il rinnovo del contratto d'appalto».

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Lecco usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Priscilla cerca casa: «È dolcissima»

Attualità

Il futuro dell'ex "Larius"? Guarda a Oriente: a Lecco apre Nima

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento