Cronaca Piazza Lega Lombarda, 4

Stipendi più alti se il treno è in ritardo: è bufera su Trenord

La denuncia di tre macchinisti: alcuni colleghi "forzerebbero" i ritardi per guadagnare di più, raggirando un articolo del contratto di lavoro

Bufera in arrivo su Trenord: i ritardi dei treni, che tanto fanno disperare i pendolari, potrebbero non essere frutto soltanto di guasti e problemi sulle diverse linee.

Una denuncia anonima, partita da tre macchinisti della Milano-Cremona-Mantova, stando a quanto riporta il Corriere della sera, spiegherebbe infatti che alcuni ferrovieri della compagnia lombarda "sfrutterebbero" l'articolo 54 del contratto aziendale del 2012, che stabilisce dei premi per chi lavora di più.

I tre avrebbero ammesso, infatti che, sulla linea di loro competenza, ogni volta che un convoglio accumula 20 minuti di ritardo, il macchinista guadagna 13 euro. «La puntualità non è redditizia per il nostro stipendio», avrebbero detto.

Sarebbero tra i 25 e i 30 i "macchinisti lumaca": la questione è già stata portata all'attenzione dell'amministratore delegato di Trenord, Cinzia Farisè, che adesso vuole cambiare il contratto per eliminare il paradosso che farebbe guadagnare i ferrovieri sui ritardi dei treni e si sta confrontando in merito con le organizzazioni sindacali.

Leggi l'articolo completo su Corriere.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stipendi più alti se il treno è in ritardo: è bufera su Trenord

LeccoToday è in caricamento