menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Allarme dalla Polizia: "Attenti alla truffa della mano sanguinante"

È una variante alla truffa "dello specchietto" che si sta diffondendo per ottenere soldi simulando incidenti

Sono molti i truffatori che cercano di ottenere soldi dalle loro ignare vittime utilizzando il metodo cosiddetto "dello specchietto", che consiste nel simulare un piccolo incidente fra due auto nel quale, appunto, si rompe uno degli specchietti retrovisori laterali, per chiedere denaro al malcapitato bersaglio del raggiro.

Da qualche tempo, però, forse per far fronte alla consapevolezza di molti cittadini che, informati, riescono a evitare la truffa, sembra se ne stia diffondendo una variante, che sta già prendendo il nome di "truffa della mano sanguinante".

Il metodo, più o meno, è lo stesso: come riporta la pagina Facebook Agente Lisa, account ufficiale della Polizia di Stato, dopo aver simulato un urto fra una moto e un'auto, il truffatore avvicina la vittima e afferma di essere stato ferito, mostrando effettivamente una ferita sanguinante sulla mano. Alla richiesta di denaro, la vittima, per evitare di incorrere in un aumento dell'assicurazione, paga e il truffatore si allontana con i soldi.

La polizia raccomanda, dunque, di prestare attenzione e di chiamare immediatamente il 112 quando qualcuno, in una situazione di questo tipo, chiede il risarcimento immediato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il futuro dell'ex "Larius"? Guarda a Oriente: a Lecco apre Nima

Attualità

I 10 luoghi simbolo di Lecco più amati dai visitatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento