Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Finti medici in cerca di fondi contro il Covid estorcono 4mila euro a persona anziana

È accaduto di recente nel Lecchese: i malviventi hanno millantato costosissime cure per famigliari ammalati, riuscendo a entrare nell'abitazione. Ecco i consigli dei Carabinieri

Con la seconda ondata di Coronavirus, sono tornati in azione anche i truffatori che cercano di estorcere denaro alle fasce più deboli e vulnerabili, approfittando dell'emergenza sanitaria. Gente meschina e senza scrupoli, feccia della società, dalla quale i Carabinieri di Lecco mettono in guardia.

«Raccogliamo fondi a scopo benefico per conto del Comune». Ma è un tentativo di truffa

Di recente, infatti, è andata a segno una truffa a danno di una persona anziana da parte di soggetti che sono riusciti ad accedere all'abitazione privata, facebdosi poi consegnare la somma di 4mila euro in contati e monili in oro.

Come hanno fatto? I malviventi si sono finti medici e infermieri impegnati nelle cure di un famigliare affetto da Covid-19, millantando costosissime cure da sottoporre al presunto paziente. Da qui l'invito alla cittadinanza, con particolare riferimento alle fasce più deboli, a osservare alcune semplici ma importantissime regole. 

Il vademecum antitruffe

  • Diffidare da chi voglia entrare in casa qualificandosi come sanitari, dipendenti di enti pubblici che forniscono servizi di pubblica utilità carabinieri/ avvocati;
  • ricordare che la prassi non prevede alcun pagamento per asserite cure mediche, né verifiche sanitarie presso le abitazioni private da parte delle forze di polizia;
  • impedire, nei casi sospetti, l'accesso alle persone di cui non è nota l'identità, chiamando il 112 o la stazione dei carabinieri, oppure richiedendo la presenza di qualche vicino o familiare.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finti medici in cerca di fondi contro il Covid estorcono 4mila euro a persona anziana

LeccoToday è in caricamento