menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'asilo di Via Casnedi in frazione Caserta

L'asilo di Via Casnedi in frazione Caserta

Tubercolosi all'asilo, bambini e adulti sottoposti al test. Ats Brianza: «Eventuali casi non sarebbero infettivi»

L'infezione riscontrata in un'operatrice della scuola materna a Caserta, Valmadrera. Effettuato un primo controllo. Chi fosse risultato positivo verrebbe sottoposto a un successivo test per determinare la recente inalazione del batterio

Tubercolosi a Valmadrera: dopo un caso segnalato all'asilo di Caserta sono stati effettuati i test ai bambini e al personale della struttura scolastica. In tutto, più di 130 soggetti. Impossibile, però, conoscere l'esito dei test. Ma come spiegano dalle istituzioni sanitarie, non sussiste alcun rischio per la salute pubblica.

La comunicazione riguardo il caso di tubercolosi polmonare in un'operatrice che lavora nella scuola dell'infanzia di Via Casnedi era giunta da Ats Brianza la scorsa settimana, con la convocazione di un incontro con i genitori per sabato 24 novembre, giorno in cui i bambini (e gli adulti che lavorano nell'asilo) sono stati sottoposti al cosiddetto "test di Mantoux".

Valchiavenna: crolla tetto dell'asilo, ferite due bambine

Ats Brianza ha informato nelle ultime ore che «eventuali soggetti positivi al test (che determina semplicemente se si è venuti al contatto col bacillo della tubercolosi durante la propria vita) verrebbero sottoposti a ulteriore test quantiferon che determina invece l'effettiva e recente inalazione del batterio. In ogni caso eventuali positività non comporterebbero nessuna possibilità di infezione verso altri soggetti. La situazione è costantemente monitorata, i pediatri avvisati e a gennaio verranno eseguiti i test Mantoux per la seconda e ultima volta».

Il sindaco: «Data una corretta informazione»

La gestione della vicenda è di competenza dell'Azienda di Tutela della Salute, che in questi giorni ha dialogato attivamente con il Comune di Valmadrera e soprattutto con le famiglie per fornire tutte le informazioni necessarie. 

«Ats Brianza ha gestito benissimo la problematica, in pieno accordo con l'Amministrazione - spiega il sindaco di Valmadrera Donatella Crippa - Da subito hanno risposto prontamente alle domande dei genitori e ai loro dubbi, favorendo una corretta informazione. Devo sottolineare anche che vantiamo un dirigente scolastico eccezionale con il quale c'è una proficua collaborazione».

Le rassicurazioni di Ats Brianza ai dubbi dei cittadini

Nei giorni scorsi il Comune di Valmadrera aveva rassicurato i cittadini riportando, attraverso il proprio sito internet, un breve comunicato delle istituzioni sanitarie sulle modalità di trasmissione della malattia, spegnendo così le preoccupazioni - spesso nate per semplice disinformazione - circolate in paese: «Ats Brianza - Dipartimento di igiene e prevenzione sanitaria precisa che tutte le persone che non sono state direttamente a contatto con la persona affetta da Tb non devono essere sottoposte al test di Mantoux perchè non hanno corso alcun rischio. I familiari non corrono alcun rischio anche vivendo in prossimità dei bimbi che sono stati a contatto della persona ammalata».

Sicurezza dei bambini, arrivano le videocamere negli asili

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il futuro dell'ex "Larius"? Guarda a Oriente: a Lecco apre Nima

Attualità

Lecco: lunedì 10 aprono le prenotazioni dei vaccini per la fascia 50-59 anni

Ultime di Oggi
  • Incidenti stradali

    Tragico incidente fra auto e moto: muore ragazza di Casatenovo

  • Attualità

    Lecco, Gattinoni: «Le grandi opere sono le piccole manutenzioni»

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento