Rissa violenta e spari, un uomo di Lomagna finisce in ospedale

Potrebbe essere stata una spedizione punitiva per questioni di concorrenza sul mercato

Sul posto i carabinieri (Foto di repertorio)

Un'aggressione nata, probabilmente, per questioni di concorrenza sul mercato, quella avvenuta la sera di mercoledì 4 marzo a Usmate (Mb), e che ha rischiato di trasformarsi in tragedia, quando sono spuntate le pistole.

Protagonisti della vicenda due cittadini albanesi, titolari di una rivendita di legno e pellet nella zona industriale del paese: a fine giornata sono stati raggiunti nel negozio da alcuni connazionali e lì, per cause che sono ancora al vaglio dei carabinieri di Monza, si è scatenata una colluttazione violenta, durante la quale sono stati sparati anche alcuni colpi di pistola, forse a scopo intimidatorio.

Tra i feriti, secondo quanto informano i carabinieri di Monza, due dei presunti aggressori: un uomo di 41 anni residente a Lomagna, che avrebbe riportato una lesione all'orecchio, la lussazione di una spalla e una frattura al braccio, e un connazionale ventenne. 

Sono tuttora in corso, da parte dei carabinieri, le indagini per stabilire l'esatta dinamica della colluttazione e le ragioni che l'hanno provocata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lecco celebra il patrono San Nicolò

  • Casargo: precipita mentre percorre l'Alpe Giumello in mountain bike, muore 51enne

  • Crandola Valsassina: trovato morto nella vasca da bagno Vittorio Galluzzi

  • Scompare dopo la festa dei coscritti: ore di angoscia per Nicola Scieghi, si cerca nell'Adda

  • Resegone: escursionista precipita sul versante nord, è ricoverato in gravi condizioni

  • Trovato un cadavere nell'Adda: si teme sia quello di Nicola Scieghi

Torna su
LeccoToday è in caricamento