Cronaca

Vaccinazioni, polemica a colpi di tweet tra il virologo Burioni e il senatore Arrigoni

Il leghista, in linea con la proposta del futuro Governo, chiede modifiche al Decreto Lorenzin. Burioni: «Come discutere la Forza di gravità». Arrigoni: «Straparla in libertà»

Questione vaccinazioni, tweet al veleno tra il virologo Roberto Burioni e il senatore calolziese Paolo Arrigoni. La polemica, per ora, infuria sui social network. 

Nei giorni scorsi avevamo pubblicato il comunicato del senatore leghista Arrigoni in merito alla proposta di legge - di cui è primo firmatario - per cambiare il Decreto Lorenzin sulla parte che prevede l'esclusione dai servizi educativi e dalle scuole dell'infanzia dei minori non vaccinati della fascia d'età 0-6 anni. Un provvedimento definito da Arrigoni «discriminatorio, irrazionale e ingiustificato».

Il medico Roberto Burioni, docente di virologia all'Università Vita-Salute San Raffaele di Milano da tempo impegnato in una campagna di sensibilizzazione sull'imprescindibilità delle vaccinazioni, e molto attivo sui social nella divulgazione scientifica, è intervenuto giovedì sulla questione, commentando le intenzioni del futuro Governo Lega-Movimento Cinque Stelle sulla tematica. Nel contratto redatto dalle due forze politiche di maggioranza, infatti, si parla di «giusto equilibrio tra il diritto all'istruzione e il diritto alla salute», con chiari riferimenti a modifiche al Decreto Lorenzin come annunciato dal senatore Arrigoni.

La proposta di legge di Arrigoni

Interpellato su questo aspetto, il commento rilasciato da Burioni all'agenzia Lapresse è piuttosto esplicito: «La trovo una cosa incredibile, mi stupisce tanto quanto lo avrebbe fatto l'entrata nel contratto di una discussione sull'esistenza della forza di gravità. Ma è successo, è andata così e dobbiamo confrontarci con la realtà».

Il botta e risposta venerdì si è spostato su Twitter e su Facebook: «Burioni continua a straparlare in piena libertà - ha scritto Arrigoni in un suo tweet - e vorrebbe negare a coloro che invece la pensano diversamente da lui la possibilità di esprimersi... tacciandoli di ignoranza! Irresponsabile è lui che sostiene la discriminatoria esclusione dei bambini da 0 a 6 anni dal nido e dall'infanzia». Arrigoni conclude il messaggio con l'hashtag #libertàdiscelta.

Questa mattina il virologo ha replicato: «Se le posizioni del nuovo governo saranno quelle del senatore leghista Paolo Arrigoni ci sarà da divertirsi. Speriamo che la ragione prevalga». Il contratto di Governo è ormai pronto. Seguiranno sicuramente sviluppi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccinazioni, polemica a colpi di tweet tra il virologo Burioni e il senatore Arrigoni

LeccoToday è in caricamento