Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca Valgreghentino

Bambino avvicinato da due sconosciuti in auto, «Indagano le forze dell'ordine»

Il sindaco di Valgreghentino: «Esprimo vicinanza alla famiglia e al ragazzino stesso, complimentandomi con lui per la prontezza nel non accettare l’invito a salire con loro. Ricordo a tutti di rivolgersi subito alle autorità competenti e di non affidarsi ai social»

Una vicenda preoccupante sulla quale stanno ora cercando di fare chiarezza le forze dell'ordine. Ieri a Valgreghentino due sconosciuti - pare un uomo e una donna - hanno avvicinato un bambino di 11 anni vicino a casa, invitandolo a salire con loro sull'auto. Il ragazzino è stato bravo e attento a rifiutare l'invito e a correre dai famigliari che hanno poi allertato le forze dell'ordine, inizialmente la Polizia locale e poi i Carabinieri. 

La notizia è stata confermata dal sindaco in una nota diramata ieri sera per fare chiarezza a seguito di una giornata caratterizzata anche da un tam tam sui social che ha rischiato di alimentare imprecisioni e perfino eccessive psicosi, con effetti negativi su una vicenda delicata che deve essere innazitutto gestita dalle autorità competenti. Ecco le parole del primo cittadino Matteo Colombo in merito.

Care cittadine, cari cittadini,

Oggi a Villa San Carlo si è registrato uno spiacevole e strano episodio: un ragazzino di 11 anni è stato avvicinato a pochi metri da casa sua da un’autovettura, i cui proprietari lo hanno invitato a salire per un passaggio. Al suo netto rifiuto l’autovettura si è immediatamente allontanata facendo perdere le tracce. 
Esprimo la mia vicinanza e sostegno alla famiglia e al ragazzino stesso, complimentandomi con lui per i riflessi e la prontezza nel non accettare l’invito.
Le Forze dell’Ordine, con le quali sono in stretto contatto, stanno indagando sull’accaduto. 

A tutti i cittadini rinnovo il mio forte invito a contattare immediatamente il 112 in caso di episodi e volti sospetti e non affidare le segnalazioni ai social, che, per quanto utili, possono creare panico, se non addirittura psicosi.

Come Amministrazione stiamo lavorando a testa bassa per migliorare la sicurezza del paese, prevedendo maggiori controlli della Polizia Locale, anche in orario serale e domenicale, e nel potenziamento del sistema di videosorveglianza presente in paese. C’è però bisogno dell’aiuto di tutti, perché il miglior deterrente e il fattore più importante per le Forze dell’Ordine sono proprio le segnalazioni dei cittadini, anche quelle ritenute inutili o superficiali. 

Dimostriamo di essere Comunità anche in questo senso, il panico e la superficialità sono il primo aiuto per i criminali.

Il Sindaco
Matteo Colombo

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bambino avvicinato da due sconosciuti in auto, «Indagano le forze dell'ordine»

LeccoToday è in caricamento