menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Valmadrera: ufficializzate le dimissioni di Rusconi

Seduta lampo del consiglio comunale di Valmadrera per ufficializzare le dimissioni del sindaco

Si è riunito martedì 8 aprile alle 18:30, nella sala consigliare del centro Fatebenefratelli, il consiglio comunale di Valmadrera per una seduta lampo.

Seduta lampo sia di nome che di fatto. E' durata infatti qualche minuto la seduta del consiglio comunale di Valmadrera in cui Raffaela Brioni, vicesindaco, ha ufficializzato le dimissioni del primo cittadino Marco Rusconi, al centro dell'inchiesta Metastasi della Dda di Milano e attualmente chiuso nel carcere di Opera.

La maggioranza presente alla seduta è apparsa abbastanza tranquilla e i riferimenti all'attività giudiziaria ancora in corso sono stati assenti.

La lettera di dimissioni datata 5 aprile scritta dal sindaco, ormai ex, è stata breve e concisa: "Io sottoscritto Marco Rusconi nato a Lecco,  in considerazione degli accertamenti giudiziari in corso nel procedimento penale che mi riguarda ritengo opportuno non rischiare di pregiudicare l'attività amministrativa del comune e pertanto rassegno le mie dimissioni immediate e irrevocabili dalla carica di Sindaco. Milano 5 aprile 2014." L'essenziale.

Lette le dimissioni il consiglio si è sciolto. Non un commento. Non un dibattito. Solo un accenno di protesta da parte della minoranza che avrebbe voluto intervenire in un momento così delicato del paese. Ma, essendo ancora la vicenda all'interno della fase processuale, ogni tipo di dichiarazione istituzionale, potrebbe avere risvolti in sede di processo.

Inoltre, come ricordato da Brioni, la presentazione delle dimissione non prevede in alcun caso, stando all'art. 53 dello statuto, discussioni. Solo le richieste sono accettate e si potranno presentare nella giornata di mercoledì 23 aprile, data del prossimo consiglio comunale. Non prima perchè al sindaco sono concessi per legge 20 giorni nel caso in cui decidesse di ritirare le dimissioni. Al termine di questo periodo, verrà nominato dalla prefettura un commissario, il vicesindaco o il segretario comunale oppure un funzionario prefettizio esterno.

Per quanto riguarda i cittadini che hanno partecipato alla seduta lampo, si può dire che si siano limitati ad ascoltare assorti le parole di dimissioni del loro ex sindaco, sereni e fiduciosi della sua innocenza.
 


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento